Torna all'inizio
Guida alla Lettura
indietro<Trame e Personaggi> TP>Tuccia Indice del poema
Itinerario trionfale
Testo

Questioni testuali
Vicende compositive
Varianti d'autore
Geografia petrarchesca

Esegesi
Edizioni commentate
Questioni

Biblioteca
Rime estravaganti
Altri testi
Testi non petrarcheschi

Bibliografia

Tuccia

Antica vestale romana. Ingiustamente accusata di impudicizia, impetrò dalla dea Vesta la grazia di poter provare la sua innocenza trasportando l'acqua del Tevere in un cribro (cfr. Plinio il Vecchio XXVIII 3, 12; Valerio Massimo VIII 1, 5; Agostino, De civ.X 16). Petrarca la colloca nel corteo femminile di TP 148-51: "Fra l'altre la vestal vergine pia / che baldanzosamente corse al Tibro / e, per purgarsi d'ogni fama ria, / portò del fiume al tempio acqua col cribro".