Torna all'inizio
Guida alla Lettura
indietro<Trame e Personaggi> TC>Porzia Indice del poema
Itinerario trionfale
Testo

Questioni testuali
Vicende compositive
Varianti d'autore
Geografia petrarchesca

Esegesi
Edizioni commentate
Questioni

Biblioteca
Rime estravaganti
Altri testi
Testi non petrarcheschi

Bibliografia

Porzia

Moglie di Marco Giunio Bruto (85-42 a. C.). Alla vigilia della congiura contro Cesare, per dimostrare al marito il proprio coraggio si ferý ad una gamba con un coltello. Alla morte di Bruto, si uccise ingerendo carboni ardenti (cfr. Valerio Massimo III 2, 15 e IV 6, 5). I due episodi sono ricordati da P. in Fam. II 15, 1; XXI 8, 27 e Var. 32, 324-28. P. Ŕ citata in TC III 31 e come esempio di fedeltÓ coniugale in Sen. XVII 4, p. 607.