Torna all'inizio
Guida alla Lettura
indietro<Trame e Personaggi> TF>M. Claudio Marcello sr. Indice del poema
Itinerario trionfale
Testo

Questioni testuali
Vicende compositive
Varianti d'autore
Geografia petrarchesca

Esegesi
Edizioni commentate
Questioni

Biblioteca
Rime estravaganti
Altri testi
Testi non petrarcheschi

Bibliografia

Marco Claudio Marcello sr.

Politico romano (268 ca.-208 a. C.). Cinque volte console, si distinse combattendo contro i Galli Insubri (sconfitti a Casteggio nel 222 a. C.) e contro Annibale in Campania (dal 216). Espugnò la città di Siracusa nel 211. Petrarca, che gli intitolò la biografia Vir. ill. XIX ("De Marco Claudio Marcello"), lo cita in coppia con il figlio omonimo, Marco Claudio Marcello jr, in TF I 53 e in coppia con Cesare in RVF 104, 9. Alla vittoria di Casteggio, dove Claudio Marcello uccise Vidomaro, il capo dei Galli Insubri, Petrarca fa riferimento in TF Ia 64-66: "e 'l buon Marcello / che 'n su riva di Po, presso a Chiasteggio, occise di sua mano il gran rebello", oltre che in Fam. XVII 5, 13 e Epyst.I 3, 41-43; III 29, 113-16. Tra i molti antichi scrittori che raccontano l'episodio (Livio, Per. XX; Floro I 20, 5; Valerio Massimo III 2, 5; ps.-Plinio, Vir. ill. 45, 1; Frontino, Strat. IV 5, 4; Eutropio III 6, 1; Orosio IV 13, 15; Properzio IV 10, 39-44 e Virgilio, Aen. VI 855-59) nessuno indica il luogo della battaglia, eccetto Cicerone, Tusc. IV 22, 49 e Livio XXVII 25, 7, quasi centamente, dunque, fonti dirette dei luoghi petrarcheschi sopra citati.