Torna all'inizio
Guida alla Lettura
indietro<Trame e Personaggi> TC>Jaufre Rudel Indice del poema
Itinerario trionfale
Testo

Questioni testuali
Vicende compositive
Varianti d'autore
Geografia petrarchesca

Esegesi
Edizioni commentate
Questioni

Biblioteca
Rime estravaganti
Altri testi
Testi non petrarcheschi

Bibliografia

Jaufre Rudel

Trovatore provenzale, morto prima del 1164. Originario del Sanitonge e principe di Blaye, fu in relazione con Alfonso Giordano di Tolosa e Ugo Bruno VII di Lusignano. Secondo l'autore della sua Vida, Jaufre Rudel prese parte alla seconda crociata (1147) per raggiungere in Siria la contessa di Tripoli Melisenda, figlia del conte Raimondo I, della quale si era innamorato per fama, senza averla mai vista. Ammalatosi durante il viaggio, morė, appena arrivato, tra le braccia dell'amata. A questo episodio della biografia di Jaufre si riferisce la citazione di Petrarca in TC IV 52-53 "Giaufrč Rudel, ch'usō la vela e 'l remo / a cercar la sua morte...". Alla leggenda rudeliana dell'amor de lonh Petrarca sembra alludere anche in RVF 53, 103 "se non come per fama uom s'innamora".