Torna all'inizio
Guida alla Lettura
indietro<Trame e Personaggi> TC>Erode Indice del poema
Itinerario trionfale
Testo

Questioni testuali
Vicende compositive
Varianti d'autore
Geografia petrarchesca

Esegesi
Edizioni commentate
Questioni

Biblioteca
Rime estravaganti
Altri testi
Testi non petrarcheschi

Bibliografia

Erode I, detto il Grande
(73 a. C.- 4 d. C.)

Sovrano ebraico della stirpe indumea, salý sul trono d'Israele nel 37 con l'aiuto di Antonio e di Ottaviano, dopo aver spodestato Antigono, ultimo re della dinastia degli Asmonei. Noto per aver ordinato la cosiddetta "strage degli innocenti" a Betlemme dopo la nascita di Cristo (cfr. Mt 2, 16), E. fece uccidere anche la moglie Mariamne, sospettata di adulterio. Pentitosi, continu˛ a chiamarla come se fosse viva (cfr. Flavio Giuseppe, Ant. Iud. XV 3, 9 e Bell. Iud. I 22, 2-5). P. riferisce a quest'ultimo episodio in TC III 68-72.