Torna all'inizio
Guida alla Lettura
indietro<Trame e Personaggi> TF>Q. Cecilio Metello il Cretico Indice del poema
Itinerario trionfale
Testo

Questioni testuali
Vicende compositive
Varianti d'autore
Geografia petrarchesca

Esegesi
Edizioni commentate
Questioni

Biblioteca
Rime estravaganti
Altri testi
Testi non petrarcheschi

Bibliografia

Q. Cecilio Metello il Cretico

Condottiero romano (I secolo a. C.). Figlio di un figlio di Quinto Cecilio Metello il Macedonico, fu console nel 69 a. C. Prese il soprannome di Cretico per aver strappato ai pirati l'isola di Creta (cfr. Livio, Per. XCVIII-XCIX; Valerio Massimo VII 6, ext. 1; Floro I 42, 4-6; Lucano III 163). Petrarca lo ricorda per questa impresa, oltre che in Sen. IV 1, p. 436, in TF I 119-20, dove figura come uno degli eredi del Macedonico "che giÓ ... / ... di Creta ... addusser prede".