Torna all'inizio
Guida alla Lettura
indietro<Trame e Personaggi> TC>Atalanta Indice del poema
Itinerario trionfale
Testo

Questioni testuali
Vicende compositive
Varianti d'autore
Geografia petrarchesca

Esegesi
Edizioni commentate
Questioni

Biblioteca
Rime estravaganti
Altri testi
Testi non petrarcheschi

Bibliografia

Atalanta

Personaggio mitologico. Ovidio, Met. X 560-680, narra che, avendo deciso di sposare soltanto quello tra i suoi pretendenti che l'avesse vinta in una gara di corsa, A. puniva con la morte gli sfidanti battuti. Fu vinta da Ippomene, il quale riuscì a superarla gettando tra le sue gambe tre pomi d'oro, che la ninfa si fermò a raccogliere. Insieme ad Ippomene A. compare nel corteo di Amore in TC II 163-68: "E vidi ... / ... correr Atalanta, / da tre palle d'òr vinta, e d'un bel viso; / e seco Ypomenès, che fra cotanta / turba d'amanti miseri cursori / sol di victoria si rallegra e vanta" .