Torna all'inizio
Guida alla Lettura
indietro<Trame e Personaggi> TF>Antiope Indice del poema
Itinerario trionfale
Testo

Questioni testuali
Vicende compositive
Varianti d'autore
Geografia petrarchesca

Esegesi
Edizioni commentate
Questioni

Biblioteca
Rime estravaganti
Altri testi
Testi non petrarcheschi

Bibliografia

Antiope

Personaggio mitologico, sorella di Orizia, regina del mitico popolo delle Amazzoni. Secondo quanto racconta Orosio, le amazzoni avevano sempre due regine, una delle quali aveva il compito di fare la guerra, mentre l’altra si occupava della difesa della patria.  Ad Orizia spettava la guerra, ad Antiope la difesa. Ercole ebbe da Euristeo l’ordine di procurarsi le armi della regina delle amazzoni nel quadro delle sue fatiche, e, quando approdò nel regno, trovò la sola Antiope con poche guardie delle quali ebbe facilmente ragione. In quell’occasione Ercole prese prigioniere Ippolita e Menalippe, sorelle di Antiope e Orizia: mentre, però, Ippolita andò sposa a Teseo, compagno di viaggio di Ercole, Menalippe  fu da quest’ultimo restituita alle sorelle in cambio delle armi di Orizia. Se le versioni riferite da Orosio e Giustino sono sostanzialmente coincidenti, è utile ricordare che la tradizione  relativa alle vicende delle amazzoni è spesso confusa e contraddittoria. Basti pensare che Apollodoro riferisce che la nona fatica di Ercole consisteva nel recuperare il cinto, e non le armi, di Ippolita, e non di Orizia. La stessa Ippolita, poi, sarebbe stata in un primo momento disponibile a cedere il proprio cinto volontariamente, e solo a causa dell’intervento di Era, sempre nemica di Ercole, il possibile accordo si sarebbe trasformato in una tragica lotta nella quale Ippolita avrebbe trovato la morte. Nelle Epitome alla Biblioteca di Apollodoro, inoltre, si riferisce che Ippolita sarebbe morta non per mano di Eracle ma per mano dell’amante Teseo allorché lei cercò di impedire con la forza il matrimonio di questi con Fedra. Più in generale si può affermare che la stessa distinzione delle figure di Ippolita e Orizia non trova concordi tutti i testimoni. (cfr. Apollodoro, II, 5, 9, 98-9 e 101-2; Ep. I, 16-17 e 5,1- 2; Orosio, I, 15, 7-9; Giustino, II, 4, 20-6).

Petrarca ricorda Antiope insieme alla sorella Orizia («armata» appunto perché a lei spettava di condurre l’esercito in guerra) tra le regine Amazzoni in TF II 89: «Antiope ed Orithia, armata e bella». In TF Ia, invece, Antiope non viene nominata, e Petrarca fa riferimento solo a Ippolita e Orizia.

Si vedano anche Fam. V, 4, 16; XXI, 8, 7; Sen. III, 1, 847.