Torna all'inizio
Guida alla Lettura
indietro<Trame e Personaggi> TC>Antioco Indice del poema
Itinerario trionfale
Testo

Questioni testuali
Vicende compositive
Varianti d'autore
Geografia petrarchesca

Esegesi
Edizioni commentate
Questioni

Biblioteca
Rime estravaganti
Altri testi
Testi non petrarcheschi

Bibliografia

Antioco I Sotere
(325-261 a. C.)

Re di Siria. Giunto quasi in punto di morte a causa del suo amore incoffessato per la matrignia Stratonice, fu salvato dal padre Seleuco che, messo sull'avviso da un medico sagace, concesse al figlio la mano della moglie (cfr. Valerio Massimo V 7, ext. 1). P., che cita A. in TC II 108-9 ("... questi è Antïocho / ... che gran guerra ebbe con voi [scl. Romani]"), lo confonde (forse perché la fonte valeriana non gli permetteva di distinguerli) con Antioco III il Grande (242 ca.-187/86 a. C.), figlio di Seleuco II, sconfitto dai Romani alle Termopili nel 191 e a Magnesia nel 190.