Torna all'inizio
Guida alla Lettura
indietro<Trame e Personaggi> TC>Alcione e Ceice Indice del poema
Itinerario trionfale
Testo

Questioni testuali
Vicende compositive
Varianti d'autore
Geografia petrarchesca

Esegesi
Edizioni commentate
Questioni

Biblioteca
Rime estravaganti
Altri testi
Testi non petrarcheschi

Bibliografia

Alcione e Ceice

Coppia di personaggi mitologici. Dopo la morte di C., perito in un naufragio e risospinto dalle onde sulla spiaggia dove lo attendeva la moglie A., i due sposi furono trasformati in ucelli marini e, per favorire la loro nidificazione, i sette giorni circostanti il solstizio d'inverno divennero da allora placidi e sereni (cfr. Ovidio, Met. XI 410-748). P. li colloca nel corteo di Amore in TC II 157-59: "que' duo che fece Amor compagni eterni: / Alc´one e Ceice, in riva al mare / fare i lor nidi a' pi¨ soavi verni".