Descrizione: C:\Users\enrica.sagradini2\Desktop\Enrica-28-08-2012\www.aisg.it\AISG_Campanini\RM_65B.JPGAISG

Soci

Saverio Campanini

Directeur de recherche – CNRS

Institut de Recherche et d’Histoire des Textes - Paris

Chargé des conférences

École Pratique des Hautes Études - Paris

 

RECAPITI:

Institut de Recherche et d’Histoire des Textes

Avenue d’Iéna 40

Paris

 

e-mail: saverio.campanini@unibo.it; saverio@zedat.fu-berlin.de; saverio.campanini@irht.cnrs.fr

Link progetto Mitridate: www.pico-kabbalah.eu

 

INTERESSI DI RICERCA

L’11 novembre 1990 ho conseguito, presso l’Universitŕ degli Studi di Bologna, la laurea in lettere classiche con il punteggio di 110/110 e lode, con una tesi dal titolo Apologia e amore di veritŕ: il Contra Hieroclem di Eusebio di Cesarea (relatore il prof. Paolo Serrazanetti, correlatore il prof. Gabriele Burzacchini).

Nel novembre del 1999 ho conseguito, presso l’Universitŕ degli Studi di Torino, il titolo di Dottore di ricerca, dopo aver discusso una tesi dal titolo: “Francesco Zorzi: Qabbalah cristiana e armonia del mondo”.

Nel giugno 1998 ho conseguito, presso l’Oxford Centre for Hebrew and Jewish Studies il Diploma in Jewish Studies (with distinction), dopo aver seguito un corso annuale di specializzazione in giudaistica presso la University of Oxford; la mia dissertation finale ha ottenuto il premio annuale del Centre for Hebrew and Jewish Studies.

Nella primavera del 1999 ho tenuto, su incarico dell’Universitŕ degli Studi Ca’ Foscari di Venezia, un ciclo di lezioni integrative, in qualitŕ di professore a contratto, nell’ambito dell’insegnamento di «Storia dell’ebraismo», dal titolo «L’ebraico nel Rinascimento».

Dal giugno 1999 al gennaio 2000 ho collaborato al progetto speciale (Sonderforschungsbereich) “Judentum Christentum”, finanziato dalla Deutsche Forschungsgemeinschaft, approntando, in fase preparatoria l’edizione delle traduzioni latine rinascimentali del Sefer ha-Bahir, presso la cattedra di storia della chiesa (W. Kinzig) del Seminario di teologia protestante dell’Universitŕ di Bonn.

Dal gennaio 2000 al gennaio 2005 ho ricoperto l’incarico di assistente (Wissenschaftlicher Mitarbeiter) presso la cattedra del prof. Giulio Busi, all’Institut für Judaistik della Freie Universität di Berlino.

Nel semestre estivo 2000 ho tenuto i seguenti corsi:

        Einführung in die jüdische Philosophie des Mittelalters

        Einführung in die jüdische Literatur des Mittelalters

Nel semestre invernale 2000-2001:

        Die jüdische Schriftauslegung des Mittelalters

Nel semestre estivo 2001:

        Einführung in die jüdische Literatur des Mittelalters

        Geschichte der Juden in der Neuzeit

Nel semestre invernale 2001-2002:

        Die jüdische Schriftauslegung des Mittelalters

        Einführung in die jüdische Liturgie

Nel semestre estivo 2002:

        Einführung in die jüdische Literatur des Mittelalters

        Die jüdische Fabelliteratur des Mittelalters

Nel semestre invernale 2002-2003:

        Die jüdische Schriftauslegung des Mittelalters

Nel semestre estivo 2003:

        Einführung in die jüdische Literatur des Mittelalters

        Geschichte der Juden im Mittelalter

Nel semestre invernale 2003-2004:

        Die jüdische Schriftauslegung des Mittelalters

        Lektüre der «Iggeret ha-qodesch»

Nel semestre estivo 2004:

        Einführung in die jüdische Literatur des Mittelalters

        Gershom Scholem: Leben und Werk

Nel semestre invernale 2004-2005:

        Einführung in die jüdische Schriftauslegung des Mittelalters

        Das Buch Bahir

Nella primavera del 2003 ho tenuto, nell’ambito del corso di Storia della Filosofia tenuto dal prof. Walter Tega presso l’Universitŕ degli Studi di Bologna, un seminario bimestrale con attivitŕ di tutorato dal titolo «La qabbalah tra mistica ebraica e interpretazione cristiana».

Dal febbraio 2005 al febbraio 2007 e di nuovo da ottobre 2007 a settembre 2009 sono stato titolare di un assegno di ricerca presso la cattedra di ebraico (Prof. Mauro Perani) del Dipartimento di Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali dell’Universitŕ di Bologna, sede di Ravenna per un progetto dal titolo: Censimento, catalogazione, edizione del testo ebraico con traduzione italiana delle lapidi sepolcrali degli antichi cimiteri ebraici dell’Italia centro-settentrionale (secc. XVI-XIX).

Nell’autunno 2006 ho partecipato in qualitŕ di docente al primo “Corso di Alta Formazione” in Conservazione dei Beni culturali ebraici, organizzato dalla cattedra di Ebraico del Dipartimento di Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali dell’Universitŕ di Bologna, sede di Ravenna, con tre moduli didattici sui seguenti argomenti: Sussidi informatici nella conservazione dei beni culturali ebraici, bibliografia ebraica, esercitazioni pratiche di bibliografia ebraica.

Dall’ottobre 2005 al settembre 2009 ho partecipato alla Forschergruppe interdisciplinare costituita presso la cattedra di Storia della Filosofia della Freie Universität di Berlino (portavoce Prof. Wilhelm Schmidt-Biggemann) finanziata dalla Deutsche Forschungsgemeinschaft dal titolo «Topik und Tradition». In questo ambito ho tenuto il seguente corso:

Nel semestre estivo 2007

Jüdische Philosophie der Renaissance (Crescas, Albo, Sforno)

Dall’ottobre 2009 ho assunto l’incarico di Directeur de recherche presso l’Institut de Recherche et d’Histoire des Textes di Parigi, emanazione del Centre National de la Recherche Scientifique. Dall’anno accademico 2010-2011, inoltre, sono « Chargé des conférences » presso l’École Pratique des Hautes Études (Section des sciences historiques et philologiques). In questo ambito ho tenuto il seguente corso:

Anno accademico 2010-2011

Textes hébreux de la tradition mystique entre traduction et interprétation: les bibliothčques humanistes aux origines de la cabale chrétienne de la Renaissance

Dal 2008 sono redattore aggiunto (assistant editor) della rivista «Materia Giudaica».

Dal 2009 faccio parte del comitato di redazione della rivista «Cahiers du Judaďsme».

Dal 1994 sono socio, prima aggregato poi ordinario, dell’Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo, partecipando attivamente alle sue iniziative.

Dal 2005 sono membro della European Association for Jewish Studies, dal luglio 2006 sono stato eletto a far parte dell’Executive Committee dove ricopro l’incarico di tesoriere per il quadriennio 2006-2010.

Dal 2010 sono membro del Comité de Paléographie hébraďque di Parigi.

Dal 1993 al 1997 ho collaborato con il progetto dell’Accademia delle Scienze di Israele per l’inventario, il recupero e la catalogazione delle pergamene ebraiche conservate negli archivi e nelle biblioteche d’Italia (insieme al referente per la regione Emilia Romagna il prof. Mauro Perani, ordinario di Ebraico presso l’Universitŕ di Bologna, sede di Ravenna).

Dalla sua costituzione faccio parte del progetto “Books within Books – Hebrew Fragments in European Libraries”, per il quale si puň vedere il sito www.hebrewmanuscript.com.

Dall’anno 2001 partecipo al progetto di ricerca promosso dall’Institut für Judaistik della Freie Universität di Berlino e dall’Istituto nazionale di Studi sul Rinascimento di Firenze dedicato alla pubblicazione delle traduzioni ebraico-latine di opere cabbalistiche eseguite da Flavio Mitridate per Giovanni Pico della Mirandola, conservate nei mss. Vat. ebr. 189, 190 e 191 nonché Chig. A.VI.190 della Biblioteca Apostolica Vaticana. Nell’ambito di tale progetto ho pubblicato due edizioni del testo latino e mi appresto a pubblicare altri testi. Inoltre ho avviato numerosi dottorandi italiani e tedeschi alla paleografia latina e alle particolari esigenze implicate dalla pubblicazione di tali manoscritti. Si veda anche il sito dedicato al progetto: www.pico-kabbalah.eu.

 

PUBBLICAZIONI

1) Un cristiano e l’irrazionale: il “Contra Hieroclem” di Eusebio di Cesarea, in «Giornale Ferrarese di Retorica e Filologia» (nuova serie del «Giornale Filologico Ferrarese») 1 (1991), pp. 17-25.

2) Tra due sognate concordie. Il Virgilio di Pascoli professore alla Scuola Pedagogica (le lezioni dell’anno 1908-1909), in «Rivista Pascoliana» 4 (1992), pp. 43-50.

3) Arurah ha-Pieve. Due episodi dalle cronache e dall’epistolario di Josef ha-Kohen, in R. Calzolari - S. Campanini - P. Levi - M. Perani, Gli ebrei a Pieve di Cento. Testimonianze e memorie storiche, prefazione di R. Bonfil (= Quaderni pievesi, 7), Pieve di Cento 1993, pp. 39-63.

4) Il formulario (Siddur) di preghiere in volgare copiato a Cento nel 1499, in AA. VV., Gli ebrei a Cento e Pieve di Cento fra Medioevo ed Etŕ Moderna (atti del convegno di studi storici tenutosi a Cento il 22 aprile 1993), Cento 1994, pp. 157-189.

5) Ho curato la prima traduzione italiana, con introduzione, commento e bibliografia del De arte cabalistica dell’umanista tedesco Johannes Reuchlin: J. Reuchlin, L’arte cabbalistica (De arte cabalistica), a cura di Saverio Campanini e Giulio Busi, Opus Libri, Firenze 1995. Il volume č apparso nel 1996 nella seconda edizione riveduta.

6) Nel settembre 1995 ho partecipato al convegno di studi, svoltosi a Soncino (Cr) su L’attivitŕ editoriale di Gershom Soncino 1502-1527, tenendo una relazione dal titolo Le prefazioni, le dediche e i colophon di Gershom Soncino, pubblicata negli atti del Convegno, a cura di Giuliano Tamani, L’attivitŕ editoriale di Gershom Soncino. 1502-1527, Soncino 1997, pp. 31-58.

7) Nell’ottobre 1995 ho letto una comunicazione all’assemblea dell’Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo tenutasi a Bologna; tale comunicazione č stata pubblicata su «Materia Giudaica», bollettino dell’AISG, con il titolo La traduzione italiana del De arte cabalistica di Johannes Reuchlin, «Materia Giudaica», 1 (1996), pp. 4-7.

8) Nel gennaio 1996 ho partecipato al convegno internazionale di studi, svoltosi a Gerusalemme, su Il contributo dei frammenti di manoscritti ebraici reperiti in Italia agli studi ebraici, tenendo una relazione dal titolo Recently Found Fragments of Kabbalistic Works From the Italian «Geniza», pubblicata in A. David - J. Tabory (edd.), The Italian Genizah. Proceedings of the Conference held under the auspices of The Israel Academy of Science and Humanities and The Jewish National and University Library (Jerusalem, January 9, 1996), Jerusalem 1998, pp. 37-45.

9) Nel giugno 1996 ho preso parte al convegno internazionale di studi (Dritter Internationaler Reuchlinkongress) a Pforzheim (Baden-Württemberg) incentrato sul tema «Reuchlin und Italien», con una relazione (in lingua inglese) dal titolo Italian Jewish Teachers of Reuchlin, pubblicato, in traduzione tedesca, con il titolo Reuchlins jüdische Lehrer aus Italien, nel volume G. Dörner (Hrsg.), Reuchlin und Italien, Jan Thorbecke Verlag, Stuttgart 1999, pp. 69-85.

10) Un intellettuale ebreo del Rinascimento: ‘Ovadyah Sforno e i suoi rapporti con i cristiani, in M. G. Muzzarelli (a cura di), Verso l’epilogo di una convivenza. Gli ebrei a Bologna nel XVI secolo, La Giuntina, Firenze 1996, pp. 99-128.

11) Ho curato la trascrizione e l’edizione della traduzione latina (opera di Flavio Mitridate, conservata nel ms. Vaticano 190) del Peruš ‘al ‘eíer sefirot di Ašer ben Dawid, pubblicata, nell’ambito dell’edizione completa delle opere di A. ben Dawid: R. Ašer ben Dawid, Kol ketavaw we-‘iyyunim be-qabbalato [His Complete Works and Studies in his Kabbalistic Thought. Including the Commentaries to the Account of Creation by the Kabbalists of Provence and Gerona], Edited by Daniel Abrams, Cherub Press, Los Angeles 1996, pp. 289-298.

12) Nell’ottobre 1996 ho letto una comunicazione all’assemblea dell’Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo, tenutasi a Bologna; tale comunicazione č stata pubblicata su «Materia Giudaica», bollettino dell’AISG, Haophan betoc haophan. La struttura simbolica del De Harmonia mundi di Francesco Zorzi, «Materia Giudaica», 3 (1997), pp. 13-17.

13) I frammenti ebraici di Bologna. Archivio di Stato e collezioni minori, Inventario e catalogo redatti da Mauro Perani e Saverio Campanini, prefazioni di Malachi Beit-Arié e Giuliano Tamani, vol. CVIII della collana «Inventari dei manoscritti delle biblioteche d’Italia», Leo S. Olschki Editore, Firenze 1997.

14) I frammenti ebraici di Modena. Archivio Storico Comunale, Inventario e catalogo redatti da Mauro Perani e Saverio Campanini, prefazioni di Colette Sirat e Israel Ta-Shma, vol. CX della collana «Inventari dei manoscritti delle biblioteche d’Italia», Leo S. Olschki Editore, Firenze 1997.

15) Peculium Abrae. La grammatica ebraico-latina di Avraham de Balmes, in «Annali di Ca’ Foscari» XXXVI, 3, Serie orientale 28 (1997), pp. 5-49.

16) Annotazioni sulla qabbalah e la nascita della giudaistica moderna, in F.E. Manuel, Chiesa e sinagoga. Il giudaismo visto dai cristiani, Genova 1998, pp. 11-31.

17) I viaggi di Atlante. La biblioteca dei padri Scolopi di Pieve di Cento, in M. Gioia Tavoni (a cura di), Un intellettuale europeo e il suo universo, Vincenzo Coronelli (1650-1718), Bologna 1999, pp. 31-53. 

18) Nell’ottobre 1998 ho partecipato all’incontro annuale dell’Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo, tenendo una relazione dal titolo L’insegnamento superiore della giudaistica. Verso un nuovo Collegium Trilingue?, pubblicata in «Materia Giudaica», 5 (1999), pp. 49-53.

19) Ho preso parte al convegno, organizzato dal Premio G. Mazzotti, tenutosi a Treviso nel novembre del 1998, con un contributo dal titolo La siepe del senso. Intorno a un’immagine dell’ebraismo, apparso negli atti del convegno: Lungo le vie della fede, Treviso 1999, pp. 211-217. 

20) Le fonti ebraiche del De Harmonia mundi di Francesco Zorzi, in «Annali di Ca’ Foscari», XXXVIII, 3 (1999), pp. 29-74.

21) Talmudisti e cabbalisti. Un’immagine dell’ebraismo alle origini della qabbalah cristiana, in D. Felice – A. Cassani (a cura di), Civiltŕ e popoli del Mediterraneo: immagini e pregiudizi, Bologna 1999, pp. 119-135.

22) I frammenti ebraici di Modena. Archivio della Curia e Archivio Capitolare. Archivio Comunale di Correggio, Inventario e catalogo redatti da Mauro Perani e Saverio Campanini, prefazioni di Benjamin Richler e Edna Engel, «Inventari dei manoscritti delle biblioteche d’Italia» vol. CXI, Leo S. Olschki Editore, Firenze 1999.

23) Frammenti di opere cabbalistiche nella «Genizah italiana»,in M. Perani (a cura di), La «Genizah italiana», Il Mulino, Bologna 1999, pp. 201-209 (versione italiana aggiornata del titolo elencato al n. 8).

24) Ho curato l’edizione critica e il commento di due lettere ebraiche di Jakob Margalit e di Johannes Reuchlin, apparse nel primo volume dell’epistolario reuchliniano: Johannes Reuchlin, Briefwechsel, Band I, 1477-1505, Unter Mitwirkung von Stefan Rhein bearbeitet von Matthias Dall’Asta und Gerald Dörner, Stuttgart-Bad Cannstatt 1999, pp. 192-195 e 338-339.

25) I cabbalisti cristiani del Rinascimento, in P. Reinach Sabbadini (a cura di), La cultura ebraica, Einaudi, Torino 2000, pp. 149-165.

26) Il mare dell’esilio. In margine a un frammento di Rabbi Nachman di Breslav, in «Mediterraneo Antico», IV,1 (2001), pp. 127-136.

27) Yehudah ben Nissim ibn Malka, Perush ha-tefillot, Edited with an Introduction by Saverio Campanini, in G. Busi, Catalogue of the Kabbalistic Manuscripts in the Library of the Jewish Community of Mantua with an Appendix of texts edited together with Saverio Campanini, Fiesole 2001, pp. 217-358.

28) Nell’aprile del 2000 ho partecipato al convegno internazionale di Bologna intitolato «La cultura ebraica a Bologna tra medioevo e rinascimento» con un contributo dal titolo Anima in itinere. Un’orazione funebre di Avraham da Sant’Angelo, in M. Perani (a cura di), La cultura ebraica a Bologna tra medioevo e rinascimento, La Giuntina, Firenze 2002, pp. 129-168. Oltre al contributo per il convegno, ho pubblicato in questa sede l’edizione critica del testo ebraico dell’orazione e una traduzione italiana commentata. 

29) Nel settembre 2001 ho partecipato all’incontro annuale dell’Associazione Italiana per lo studio del giudaismo, tenendo una relazione dal titolo Pici Mirandulensis bibliotheca cabbalistica latina; sulle traduzioni latine di opere cabbalistiche eseguite da Flavio Mitridate per Pico della Mirandola, pubblicata in «Materia Giudaica», 7,1 (2002), pp. 90-96.

30) Nel novembre 2001 ho partecipato a Milano, presso la Biblioteca Ambrosiana, al convegno Federico Borromeo come uomo di cultura e di spiritualitŕ con un intervento intitolato Federico Borromeo e la qabbalah, pubblicato in «Studia Borromaica» 16 (2002), pp. 101-118.

31) Art. Jakob im Mittelalter und in der frühen Neuzeit, nella quarta edizione dell’enciclopedia Religion in Geschichte und Gegenwart, vol. IV, Tübingen 2002, col. 354-355. 

32) Recent Literature on Christian Kabbala, in «European Association for Jewish Studies. Newsletter» 11 (october 2001-march 2002), pp. 5-8.

33) Nel giugno 2002 ho partecipato al convegno internazionale di studi reuchliniani tenutosi a Pforzheim dal titolo Reuchlin und seine Erben: Forscher, Denker Ideologen und Spinner, con un contributo dal titolo Wege in die Stadt der Bücher. Ein Beitrag zur Geschichte der hebräischen Bibliographie (die katholische bibliographische „Dynastie“ Iona-Bartolocci-Imbonati), apparso in P. Schäfer – I. Wandrey (Hsgg.), Reuchlin und seine Erben. Forscher, Denker, Ideologen und Spinner, »Pforzheimer Reuchlinschriften» 11, Jan Thorbecke Verlag, Ostfildern 2005, pp. 61-76.

34) Nell’ottobre 2002 ho partecipato al Colloquium organizzato dall’Universitŕ di Halle e tenutosi a Wittenberg con il titolo Die Geburt der Philologie aus dem Geist der Hebraistik, con un contributo intitolato Die Geburt der Judaistik aus dem Geist der christlichen Kabbala, apparso in G. Veltri – G. Necker (edd.), Gottes Sprache in der philologischen Werkstatt. Hebraistik vom 15. bis zum 19. Jahrhundert, Brill, Leiden – Boston 2004, pp. 135-145.

35) Die kabbalistischen Handschriften, contributo apparso nel catalogo della mostra Kitve-Yad: Hebräische Handschriften ­ restaurieren, bewahren, präsentieren, tenutasi a Berlino, presso la Staatsbibliothek – Preußischer Kulturbesitz nell’agosto 2002, Berlin 2002, pp. 110-127.

36) Some Notes on Gershom Scholem and Christian Kabbalah, in J. Dan (ed.), Gershom Scholem: In Memoriam, vol. II, «Jerusalem Studies in Jewish Thought» 21 (2007), pp. 13-33.

37) Ho curato l’edizione critica e il commento, accompagnato dalla traduzione in tedesco di un’altra lettera ebraica di Johannes Reuchlin (a Bonet de Lattes), apparsa nel secondo volume dell’epistolario di Johannes Reuchlin, edito dalla Heidelberger Akademie der Wissenschaften e dalla cittŕ di Pforzheim, cfr. J. Reuchlin, Briefwechsel. Bd. II 1506-1513, bearbeitet von M. Dall’Asta und G. Dörner, Stuttgart – Bad Cannstatt 2003, pp. 427-445.

38) La mia traduzione tedesca della lettera ebraica di Johannes Reuchlin a Bonet de Lattes č apparsa anche in J. Reuchlin, Briefwechsel. Band 2 1506-1513. Leseausgabe in deutscher Übersetzung von Adalbert Weh herausgegeben von Manfred Fuhrmann, Stuttgart – Bad Cannstatt 2004, pp. 262-267.

39) Ho partecipato al seminario di studi su “Il pensiero simbolico nella prima etŕ moderna – Institution et pensée symbolique ŕ la Renaissance”, svoltosi alla Scuola Superiore di Studi Umanistici di Bologna dal 13 al 15 marzo 2003 con un intervento dal titolo Francesco Zorzi: armonia del mondo e filosofia simbolica, in A. Angelini – P. Caye (a cura di), Il pensiero simbolico nella prima etŕ moderna, Olschki, Firenze 2007, pp. 225-246.

40) Ho partecipato al convegno internazionale “L’interculturalitŕ dell’ebraismo”, svoltosi a Bertinoro (FC) – Ravenna dal 26 al 28 maggio 2003, con un intervento dal titolo La radice dolorante. Ebrei e cristiani alla scoperta del giudaismo nel Rinascimento, apparso in M. Perani (ed.), L’interculturalitŕ dell’ebraismo, Longo, Ravenna 2004, pp. 221-247.

41) (con Giulio Busi), Marco Lippomano and Crescas Meir. A Humanistic Dispute in Hebrew, in M. Perani (a cura di), Una manna buona per Mantova. Man-Tov le-Man Tovah. Scritti in onore di Vittore Colorni in occasione del suo 92o compleanno, Firenze 2004, pp. 169-202.

42) (in collaborazione con Giulio Busi e Simonetta M. Bondoni), The Great Parchment. Flavius Mithridates’ Latin Translation, the Hebrew Text, and an English Version, Nino Aragno Editore, Torino 2004, primo volume della collana The Kabbalistic Library of Pico della Mirandola promossa dall’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento e dall’Institut für Judaistik della Freie Universität di Berlino. In questo volume ho curato l’edizione, con introduzione e commento, del testo della traduzione latina eseguita da Flavio Mitridate per conto di Giovanni Pico della Mirandola dell’opera anonima intitolata Yeri‘ah Gedolah, pp. 49-101.

43) Ho curato l’edizione critica della traduzione latina del Sefer ha-Bahir composta da Flavio Mitridate (nel 1486) per Giovanni Pico della Mirandola. Il testo accompagnato da introduzione e commento, traduzione inglese e da un’edizione critica del testo ebraico, basata sui cinque manoscritti piů antichi, č apparso in The Book of Bahir. Flavius Mithridates’ Latin Translation, the Hebrew Text, and an English Version, Edited by Saverio Campanini, with a Foreword by Giulio Busi, «The Kabbalistic Library of Giovanni Pico della Mirandola» 2, Nino Aragno Editore, Torino 2005.

44) Nell’ottobre del 2004 ho preso parte al convegno internazionale svoltosi a Caltabellotta (Agrigento) dal titolo Caltabellotta cittŕ natale di Guglielmo Raimondo Moncada nel contesto dell’ebraismo di Sicilia con un contributo dal titolo Guglielmo Raimondo Moncada (alias Flavio Mitridate) traduttore di opere cabbalistiche, apparso in M. Perani (a cura di), Guglielmo Raimondo Moncada alias Flavio Mitridate. Un ebreo converso siciliano, Officina di Studi Medievali, Palermo 2008, pp. 49-88.

45) (con Michela Andreatta) Bibliographia Mithridatica, in M. Perani (a cura di), Guglielmo Raimondo Moncada alias Flavio Mitridate. Un ebreo converso siciliano. Atti del Convegno Internazionale Caltabellotta (Agrigento) 23-24 ottobre 2004, Officina di Studi Medievali, Palermo 2008, pp. 241-257.

46) Nei giorni 18-19 ottobre 2004 ho partecipato al simposio internazionale, svoltosi a Londra, organizzato dal Warburg Institute di Londra congiuntamente all’Institut für Judaistik della Freie Universität di Berlino, dal titolo Hebrew into Latin – Latin into Hebrew. The Mirroring of Two Cultures in the Age of Humanism, con una relazione dal titolo Francesco Giorgio’s Criticism of the Vulgata: Hebraica Veritas or Mendosa Traductio?, in G. Busi (ed.), Hebrew into Latin – Latin into Hebrew, Berlin Studies in Judaism 1, Nino Aragno Editore, Turin 2006, pp. 206-231.

47) Nel gennaio 2005 ho preso parte al congresso internazionale, svoltosi a Berlino, organizzato dal Max Planck Institut für Wissenscahftsgeschichte di Berlino, dal titolo Before the Revolutions: Religions, Sciences, and Politics in the Fifteenth Century, con un intervento dal titolo Pico, Mithridates and the scientia cabalistica, in corso di stampa negli atti di tale congresso.

48) A Case for Sainte-Beuve. Some Remarks on Gershom Scholem’s Autobiography, in P. Schäfer – R. Elior (edd.), Creation and Re-Creation in Jewish Thought, Festschrift in Honor of Joseph Dan on the Occasion of His 70th Birthday, Tübingen 2005, pp. 363-400.

49) Talmud, Philosophy, Kabbalah: A Passage from Pico della Mirandola’s Apologia and its Source, in M. Perani (a cura di), The Words of a Wise Man’s Mouth are Gracious. Festschrift for Günter Stemberger on the Occasion of His 65th Birthday, W. De Gruyter Verlag, Berlin – New York 2005, pp. 429-447.

50) Ein unbekannter Kommentar zum „Hohelied“ aus der kabbalistischen Schule von Francesco Zorzi: Edition und Kommentar, in G. Frank – A. Hallacker – S. Lalla (edd.), Erzählende Vernunft, Akademie Verlag, Berlin 2006, pp. 265-281.

51) Nel settembre 2005 ho preso parte al XVI convegno organizzato dalla Societŕ Italiana per lo Studio del Pensiero Medievale, tenutosi a Roma presso l’Universitŕ Urbaniana dal titolo “I beni di questo mondo. Teorie etico-economiche nel laboratorio dell’Europa medievale”, con un intervento dal titolo: Meum est argentum et meum est aurum. Beni e valori nella qabbalah primitiva, apparso in R. Lambertini – L. Sileo (edd.), I beni di questo mondo. Teorie economico-politiche nel laboratorio dell’Europa medievale. Atti del convegno della SISPM (2005), «Textes et Études du Moyen Âge» 55, Brepols, Turnhout 2010, pp. 327-347.   

52) Parva Scholemiana I. Rassegna di bibliografia, in «Materia Giudaica» X/2 (2005), pp. 395-412.

53) Per il terzo volume dell’epistolario di Johannes Reuchlin ho approntato una revisione annotata e traduzione in tedesco di due lettere ebraiche, una di Caspar Amman a Reuchlin (22 settembre 1515) e una di Reuchlin a Johannes Böschenstein (14 febbraio 1517), apparse in J. Reuchlin, Briefwechsel. Band III. 1514-1517, Bearbeitet von Matthias Dall’Asta und Gerard Dörner, Frommann-Holzboog, Stuttgart-Bad Cannstatt 2007, pp. 263-267 e 410-415.

55) La mia traduzione tedesca delle lettere ebraiche di Caspar Amman a Johannes Reuchlin e di Johannes Reuchlin a Johannes Böschenstein, ŕ apparsa anche in J. Reuchlin, Briefwechsel. Band 3 1514-1517. Leseausgabe in deutscher Übersetzung von Georg Burkard, Stuttgart – Bad Cannstatt 2007, pp. 142-143 e 207-208.

56) Per il quarto volume dell’epistolario di Johannes Reuchlin ho approntato l’edizione critica di un’inedita lettera ebraica (del 1521) di Caspar Amman a Johannes Reuchlin. Il volume č in corso di preparazione.

57) Per la collana «The Kabbalistic Library of Giovanni Pico della Mirandola» ho approntato l’edizione del testo latino della traduzione di Flavio Mitridate del commento alle dieci sefirot intitolato Sha‘ar ha-shamayim, Il testo apparirŕ nel volume dedicato a tale opera, comprendente il testo ebraico e una traduzione inglese a cura di Susanne Jurgan.

58) Per la medesima collana mi appresto a pubblicare quattro brevi trattati cabbalistici (una versione breve del Commento al Tetragramma di Asher ben Dawid; un trattato sul male attribuito a Yitzchaq ha-Kohen di Soria; due commenti anonimi alle dieci sefirot) con edizione critica del testo ebraico, l’edizione del testo latino della traduzione di Flavio Mitridate e una versione inglese commentata.

59) Eine späte Apologie der Kabbala. Die Abdita divinae Cabalae Mysteria des Jacques Gaffarel, in T. Frank – U. Kocher – U. Tarnow (Hrsgg.), Topik und Tradition. Prozesse der Neuordnung von Wissensüberlieferungen des 13. bis 17. Jahrhunderts, V&R unipress, Göttingen 2007, pp. 325-351.

60) Nel luglio 2006 ho partecipato all’VIII Congresso della European Association for Jewish Studies che si č tenuto a Mosca, tenendo una relazione dal titolo An unknown Commentary on the Sefirot by the kabbalistic school of Francesco Giorgio? Il contributo č in fase di stampa.

61) Shaping the Body of the Godhead. Adaptation of the Androgynous Motif in Early Christian Kabbalah, in M. Diemling – G. Veltri (edd.), The Jewish Body. Corporeality, Society, and Identity in the Renaissance and Early Modern Period, Brill, Leiden – Boston 2009, pp. 355-376.

62) Nel settembre del 2006 ho partecipato al convegno annuale dell’Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo, tenutosi a Ravenna con un contributo dal titolo Problemi metodologici e testuali nell’edizione del Sefer ha-Bahir, apparso in «Materia giudaica» XII 1/2 (2007), pp. 21-43.

63) La Kabbale chrétienne en Italie, in  L’Italie, laboratoire de la modernité juive numero speciale, a cura di Alessandro Guetta,  dei «Cahiers du Judaisme», 22 (2007), pp. 36-43.

64) Nei giorni 6 e 7 novembre 2006 ho partecipato al convegno intitolato «Der kritische Dialog des Heptaplomeres: Wissenschaft, Philosophie und Religion zu Beginn des 17. Jahrhunderts», organizzato dal Frankreichzentrum della Freie Universität di Berlino in collaborazione con il Bureau de coopération dell’Ambasciata di Francia in Germania, con un contributo dal titolo: Ut latere possit neminem. Judentumsbegriffe im Heptaplomeres, apparso come Ut neminem latere possit. Riflessi dell’ebraismo nel Colloquium Heptaplomeres, in K. F. Faltenbacher (Hrsg.), Der kritische Dialog des Colloquium Heptaplomeres. Wissenschaft, Philosophie und Religion zu Beginn des 17. Jahrhunderts. Ergebnisse der Tagung vom 6. bis 7. November 2006 am Frankreich-Zentrum der Freien Universität Berlin, «Beiträge zur Romanistik» 12, Wissenschaftliche Buchgesellschaft, Darmstadt 2009, pp. 259-284.

65) A Neglected Source on Asher Lemmlein and Paride da Ceresara: Agostino Giustiniani, in «European Journal of Jewish Studies» 2,1 (2008), pp. 89-110.

66) Parva Scholemiana II. Rassegna di bibliografia, in «Materia Giudaica» XII 1/2 (2007), pp. 291-311.

67) Nell’aprile 2007 ho partecipato al convegno internazionale, a Parigi, dal titolo «Langue et sacré», organizzato presso l’INALCO, con un intervento dal titolo Auf Hebräisch Schweigen. Gershom Scholem’s Early  Linguistic Thought. Il contributo sarŕ pubblicato negli atti del convegno.

68) Nei giorni 6-8 giugno 2007 ho partecipato al congresso internazionale intitolato «Genizat Germania» presso l’universitŕ di Magonza con un contributo dal titolo: The Commentary on the Azharot of Eliyyahu ben Menachem of Le Mans. The Text of the Fragments found in the Biblioteca Comunale of Alessandria. Il contributo č apparso come Commentaries on the Azharot and other Liturgical Poems Found in the Biblioteca Civica of Alessandria, in A. Lehnardt (ed.), Genizat Germania’. Hebrew and Aramaic Binding Fragments from Germany in Context, Brill, Leiden – Boston 2010, pp. 277-295.

69) Nel settembre 2007 ho partecipato al Convegno annuale dell’Associazione italiana per lo Studio del Giudaismo, nella sezione dedicata al terzo centenario della nascita di Mosheh Hayyim Luzzatto, con un intervento dal titolo L’allegoria cabbalistica nel Ma’amar ha-wikkuach di Luzzatto, apparso in G. Luzzatto Voghera – M. Perani (a cura di), Ramhal. Pensiero ebraico e kabbalah tra Padova ed Eretz Israel, Esedra, Padova 2010, pp. 219-240.

70) Nei giorni 8 e 9 dicembre 2007 ho partecipato al convegno di Mirandola su «Giovanni Pico e la cabbalŕ», con un intervento dal titolo Il commento alle Conclusiones cabalisticae nel Cinquecento, che sarŕ pubblicato negli atti del convegno, a cura di Fabrizio Lelli.

71) Nei giorni 17 e 18 dicembre 2007 ho partecipato al convegno internazionale di Oxford intitolato “Between Jews and Christians. The Many Faces of the Jewish Polymath Elijah (Bocher) Levita (1469-1549)” con un intervento dal titolo Kabbalat ha-Kabbalah. Elijah Levita and His Patrons la cui pubblicazione č prevista negli atti di tale convegno, a cura di Joanna Weinberg.

72) Nei giorni 27-29 giugno 2008 ho partecipato al settimo convegno internazionale di studi reuchliniani di Pforzheim su “Reuchlins Freunde und Gegner. Kommunikative Konstellationen eines frühneuzeitlichen Medienereignisses” con un intervento dal titolo Quasi post vindemias racemos colligens. Pietro Galatino und seine Verteidigung der christlichen Kabbala, apparso in W. Kühlmann (Hrsg.), Reuchlins Freunde und Gegner. Kommunikative Konstellationen eines frühneuzeitlichen Medienereignisses, «Pforzheimer Reuchlinschriften» 12, Jan Thorbecke Verlag, Ostfildern 2010, pp. 69-88. 

73) Nei giorni 30 giugno-1 luglio 2008 ho partecipato al secondo convegno internazionale su Guglielmo Raimondo Moncada a Caltabellotta (Agrigento) con un intervento dal titolo El‘azar da Worms nelle traduzioni ebraico-latine di Mitridate per Pico della Mirandola. Il contributo sarŕ pubblicato negli atti del convegno, a cura di Mauro Perani, presso l’editore La Giuntina.

74) Nei giorni 7-9 luglio 2008 ho partecipato al Colloquium organizzato dalla European Association of Jewish Studies presso lo Wolfson College di Oxford con un intervento dal titolo The Quest for the Holiest Alphabet in the Renaissance. Il contributo sarŕ pubblicato negli atti di tale convegno. 

75) Mithridates redivivus. Traduire l’hébreu ŕ la Renaissance, trad. di Jean-Marc Mandosio, in «Bibliothčque d’Humanisme et Renaissance» LXX, 2 (2008), pp. 436-443.

76) Fragments of Kabbalistic Works From the «Italian Genizah», in M. Perani (ed.), The Italian Genizah. General Survey and Case Studies, Brill, Leiden – Boston 2011, in corso di stampa. Si tratta di una versione ulteriormente aggiornata e migliorata del titolo elencato supra al n. 8.

77) Parva Scholemiana III. Rassegna di bibliografia, in «Materia Giudaica» 13 (2008), pp. 355-375.

78) Un appunto di Scholem lettore dell’Arbeitsjournal su Brecht e Benjamin, in «L’ospite ingrato» (2011), in corso di stampa.

79) A proposito di un carteggio recente. Saggio bibliografico (recensione di M. Smith – G. Scholem, Correspondence 1945-1982, Edited with an Introduction by Guy G. Stroumsa, Brill, Leiden – Boston 2008), in «Materia Giudaica» 13 (2008), pp. 397-405.

80) Christian Kabbalah in the Renaissance, in E. R. Wolfson (ed.), The Cambridge Companion to Jewish Mysticism, Cambridge University Press, Cambridge 2011, in corso di stampa.

81) Nei giorni 4-5 dicembre 2008 ho partecipato al primo Seminario ispano-italiano di Studi sul Giudaismo presso la Escuela Espańola de Historia y Arqueología di Roma, con un intervento dal titolo Porte iusticie: l’Iggeret ha-qodesh nella traduzione di Flavio Mitridate, apparso in R. González Salinero – M. T. Ortega Monasterio (edd.), De Sophia a Hokmah: fuentes clásicas en el judaísmo, Signifer, Madrid 2009, pp. 143-164.

82) Nota, in G. Scholem, L’idea messianica nell’ebraismo e altri saggi sulla spiritualitŕ ebraica, a cura di R. Donatoni e E. Zevi, con una nota di S. Campanini, Adelphi, Milano 2008, pp. 361-376.

83) Dall’1 al 4 giugno 2009 ho partecipato al congresso internazionale sulla filosofia ebraica di Bologna “Between Shem and Japhet. Horizons and Frontiers of Jewish Philosophy” con un intervento dal titolo Lo splendore severo del canonico. Gershom Scholem e l’ultimo aforisma, che sarŕ pubblicato negli atti del convegno, presso l’editore Marietti, nel 2011.

84) Dal 5 al 7 luglio 2009 ho preso parte al congresso internazionale di Mantova dedicato alla figura di Yehudah Moscato e al suo ambiente storico con un intervento dal titolo: On Abraham’s Neck. The Editio Princeps of the Sefer Yetzirah (Mantua 1562) and Its Context. Tale intervento sarŕ pubblicato negli atti del convegno: G. Veltri e G. Miletto (edd.), Uomo sagace. Judah Moscato and Jewish Culture in the Renaissance, Brill, Leiden – Boston, 2011, in corso di stampa.

85) Art. “Hebrew cryptography” in Enyclopaedia of Hebrew Language and Linguistic, in corso di pubblicazione presso la casa editrice Brill.

86) Art. “Christian Hebraists”, in Encyclopedia of Hebrew Language and Linguistic in corso di pubblicazione presso la casa editrice Brill.

87) Parva Scholemiana IV. Rassegna di bibliografia, in «Materia Giudaica» 14 (2009), pp. 499-526.

88) Postfazione del traduttore e appendice a C. Sirat, Gershom Scholem: ricordi paleografici, in «Materia Giudaica» 14 (2009), pp. 495-498.

89) From Latin to Hebrew and Back: Giles of Rome, Judah Romano, and Flavius Mithridates, in A. Fidora – G. Freudenthal – R. Fontaine – Y. Schwartz, From Latin to Hebrew, Brill, Leiden – Boston, in corso di stampa.

90) Parva Scholemiana V. Rassegna di bibliografia, in «Materia Giudaica» 15-16 (2010-2011), in corso di stampa.

91) Il 18 aprile 2010 ho partecipato alla giornata di studio dedicata a ‘Ovadyah Sforno a Bologna con un intervento dal titolo Sheenah yerushah lakh. ‘Ovadyah Sforno e gli ebraisti cristiani, che sarŕ pubblicato negli atti della giornata di studio.  

92) Nei giorni 25-29 luglio 2010 ho partecipato al convegno quadriennale della European Association of Jewish Studies tenutosi a Ravenna, con un contributo dal titolo The first mention of  Ibn Falaqera in Latin: a case study in the reception of ancient philosophy in the Renaissance. Il testo di tale intervento sarŕ pubblicato negli atti del convegno.

93) Nei giorni 1-3 settembre 2010 ho partecipato al convegno annuale della Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo con un intervento dal titolo Il De divinis attributis di Cesare Evoli, in corso di pubblicazione.

94) Il 9 novembre 2010 ho partecipato, in qualitŕ di ospite invitato, al “Seminari de Literatura i Cultura de l'edat mitjana i de l'edat moderna” di Barcellona con un intervento dal titolo Una fonte trascurata sui rapporti tra Ramón Llull e la qabbalah in Pico della Mirandola: Il commento alle preghiere di Yehudah ibn Malka.

95) Il 22 novembre 2010 ho partecipato alla seconda Journée de l’école doctorale, organizzata dall’École Pratique des Hautes Études, dall’INALCO di Parigi e dalla Fondazione San Carlo di Modena, dal titolo “Les manuscrits hébreux et l’Italie” con un intervento intitolato Écriture(s) de Mithridate che sarŕ pubblicato negli atti della giornata di studio. 

96) Ho tradotto, commentato e introdotto l’opera del francescano osservante Francesco Zorzi (Francesco Giorgio Veneto), De harmonia mundi, apparsa in latino a Venezia nel 1525. La traduzione, con edizione del testo latino, graco ed ebraico a fronte, č accompagnata da cinque apparati: indice delle voci ebraiche, indice delle voci greche, indice dei nomi di persona, indice dei toponimi e indice biblico. Francesco Zorzi, L’armonia del mondo. Testo latino a fronte. A cura di Saverio Campanini, coll. «Il Pensiero Occidentale», Bompiani, Milano 2010.

97) Nota del curatore, in G. Scholem, La figura mistica della divinitŕ, Adelphi, Milano 2010, pp. 301-308.

 

RECENSIONI

1) M. Zonta, Un interprete ebreo della filosofia di Galeno, Venezia - Torino 1995, in «Medicina nei Secoli. Arte e Scienza», 8, n. 3 (1996), pp. 411-412.

2) K. De Leon Jones, Giordano Bruno and the Kabbalah, New Haven - London 1997, in «Journal of Jewish Studies» XLIX 2 (1998), pp. 385-386.

3) J. Dan (ed.), The Christian Kabbalah: Jewish Mystical Books and Their Christian Interpreters, Cambridge (Mass.) 1997, in «Journal of Jewish Studies» L 2 (1999), pp. 341-342.

4) B. Richler (ed.), Hebrew Manuscripts in the Biblioteca Palatina in Parma, Catalogue, Palaeographical and codicological descriptions by Malachi Beit-Arié, Jerusalem 2001, ne «La Bibliofilia» anno CIV, n. 3 (2002), pp. 299-301.

5) J. Golomb, Nietzsche e Sion. Motivi nietzschiani nella cultura ebraica di fine Ottocento, trad. e postfazione di Vincenzo Pinto, La Giuntina, Firenze 2006, in «Materia Giudaica» XII 1/2 (2007), pp. 321-322.

6) Morgen-Glantz. Zeitschrift der Christian Knorr von Rosenroth-Gesellschaft 16 (2006) herausgegeben von Andreas B. Kilcher, in «Materia Giudaica» XII 1/2 (2007), pp. 322-329.

7) Wouter J. Hanegraaff – Ruud M. Bouthoorn, Lodovico Lazzarelli (1447-1500). The Hermetic Writings and Related Documents, Medieval and Renaissance Texts and Studies, vol. 281), Arizona Center for Medieval and Renaissance Studies, Tempe (Arizona) 2005, in «Materia Giudaica» XII 1/2 (2007), pp. 329-332.

8) J. Pistorius, Artis cabalisticae hoc est reconditae theologiae et philosophiae scriptorum Tomus I, Per Sebastianum Henricpetri, Basileae 1587, ristampa anastatica con introduzione di Jean-Pierre Brach e Mino Gabriele, Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze – La Finestra Editrice, Firenze – Trento 2005, in «Materia Giudaica» XII 1/2 (2007), pp. 332-334.

9) A. Vanoli, La Spagna delle tre culture. Ebrei, cristiani e musulmani tra storia e mito, Viella, Roma 2006, in «Materia Giudaica», XII 1/2 (2007), pp. 334-335.

10) Levi ben Avraham, Livyat Ťen. The Quality of Prophecy and the Secrets of the Torah, edited with an introduction and notes by Howard Kreisel, Ben Gurion University Press, Beer Sheva 2007, in «European Journal of Jewish Studies», 2,1 (2008), pp. 170-175.

11) Ch. Wirszubski, Pic de la Mirandole et la cabale, traduit de l’anglais et du latin par Jean-Marc Mandosio, suivi de Gershom Scholem, Considerations sur l’histoire des débuts de la cabale chrétienne, Éditions de l’éclat, Paris 2007, in «Materia Giudaica» 13 (2008), pp. 428-433.

12) F. M. van Helmont, The Alphabet of Nature. Translated with an Introduction and Annotations by A. P. Coudert and T. Corse, Brill, Leiden – Boston 2007, in «Materia Giudaica» 13 (2008), pp. 435-438.

13) M. Mottolese, Analogy in Midrash and Kabbalah. Interpretive Projections of the Sanctuary and Ritual, Cherub Press, Los Angeles 2007, in «Materia Giudaica» 13 (2008), pp. 433-435.

14) A. Rotondň, Studi di storia ereticale del Cinquecento, Studi e testi per la storia religiosa del Cinquecento n. 15, 2 voll., Leo S. Olschki, Firenze 2008, in «Materia Giudaica» 13 (2008), pp. 438-439.

15) I. Tahan, Hebrew Manuscripts. The Power of Script and Image, The British Library, London 2007, in «European Journal of Jewish Studies» 2,2 (2008), pp. 360-363.

16) É. Jeauneau, Tendenda Vela”. Excursions littéraires et digressions philosophiques ŕ travers le Moyen Âge, Brepols, Turnhout 2007, in «Mittellateinisches Jahrbuch» 44,1 (2009), pp. 127-130.

17) Hebrew Manuscripts in the Vatican Library. Catalogue, Compiled by the Staff of the Institute of Microfilmed Hebrew Manuscripts, Jewish National and University Library, Jerusalem. Edited by Benjamin Richler, Palaeographical and Codicological Descriptions Malachi Beit-Arié in collaboration with Nurit Pasternak, «Studi e testi» 438, Biblioteca Apostolica Vaticana, Cittŕ del Vaticano 2008, in «La Bibliofilia», CXI,1 (2009), pp. 91-94.

18) M. Recanati, Commentary on the Daily Prayers. Flavius Mithridates’ Latin Translation, the Hebrew Text, and an English Version, Edited with Introduction and Notes by Giacomo Corazzol, 2 voll, «The Kabbalistic Library of Giovanni Pico della Mirandola» 3, Nino Aragno Editore, Torino 2008, in «Materia Giudaica» 14 (2009), pp. 568-571.

19) F. Giorgio Veneto, De harmonia mundi, Introduzione di Cesare Vasoli, La Finestra editore, Lavis (Tn) 2008, in «Materia Giudaica» 14 (2009), pp. 571-576.

20) M. Andreatta (a cura di), Gersonide, Commento al Cantico dei Cantici nella traduzione ebraico-latina di Flavio Mitridate. Edizione e commento del ms. Vat. Lat. 4273 (cc. 5r-54r), coll. Studi Pichiani 14, Leo S. Olschki editore, Firenze 2009, in «Revue des études juives» in corso di stampa.

21) J. Reuchlin, Sämtliche Werke. Kritische Ausgabe mit Kommentar. Herausgegeben von W.-W. Ehlers, H.-G. Roloff und P. Schäfer, voll. I,1; II,1; IV,1, Frommann-Holzboog, Stuttgart-Bad Cannstatt 1996-2010, in «Materia Giudaica» 15-16 (2010-2011), in corso di stampa.

23) A. Herrera, Le portail des cieux, présenté et annoté par M. Attali, Éditions de l’éclat, Paris 2010, in «Materia Giudaica» 15-16 (2010-2011), in corso di stampa.

24) J. Reuchlin, Sämtliche Werke. Band II,1: De arte cabalistica libri tres (1517). Die Kabbalistik, Lateinischer Text, deutsche Übersetzung. Herausgegeben von W.-W. Ehlers und F. Felgentreu, Frommann-Holzboog, Stuttgart – Bad Cannstatt 2010, in «Revue des études juives» in corso di stampa.

 

TRADUZIONI

Dallo spagnolo, per conto della casa editrice Paideia di Brescia:

1) R. Aguirre Monasterio - A. Rodríguez Carmona, Evangelios sinópticos y Echos de los Apóstoles, Estella (Navarra) 1992; tr. it. Vangeli sinottici e Atti degli Apostoli, Brescia 1994.

2) J. M. Abrego de Lacy, Los libros poféticos, Estella (Navarra) 1993; tr. it. I libri profetici, Brescia 1995.

3) V. Morla Asensio, Libros sapienciales y otros escritos, Estella (Navarra) 1994; tr. it. Libri sapienziali e altri scritti, Brescia 1997.

4) X. Alegre - J.-O. Tuńí, Escritos johánicos y cartas católicas, Estella (Navarra) 1995; tr. it. Scritti giovannei e lettere cattoliche, edizione italiana a cura di S. Campanini, Brescia 1997.

 

Inoltre, sempre per conto della casa editrice Paideia, ho tradotto (dall’inglese):

5) D. Moody Smith, The Theology of the Gospel of John, Cambridge 1995; tr. it. La teologia del vangelo di Giovanni, Brescia 1998.

 

Ho tradotto (dall’inglese, nn. 6 e 7 e dall’ebraico, n. 8), per la casa editrice La Giuntina di Firenze, tre articoli di Moshe Idel:

6) Nachmanides: Qabbalah, Halakhah and Mystical Leadership.

7) «We Have No Kabbalistic Tradition on This».

8) ‘Al toledot kawwanat mussag hatzimtzum ba-qabbalah u-va-mechqar.

 

Tali articoli, insieme alla prima traduzione italiana della Disputa di Barcellona di R. Mosheh Nahmanide, a mia cura, sono stati pubblicati nel volume di M. Idel - M. Perani, Nahmanide esegeta e cabbalista. Studi e testi, Firenze 1998.

9) Ho tradotto, dall’ebraico, l’articolo di Moshe Idel intitolato: Olam ha-mal’akim bi-dmut adam (Il mondo degli angeli in forma umana), pubblicato originariamente in Jerusalem Studies in Jewish Thought, 3 (1984), pp. 3-66. La traduzione italiana č apparsa ne «La Rassegna mensile di Israel», vol. LXIII, n. 1 (gennaio - aprile 1997), pp. 1-76.

10) Ho tradotto, dall’ebraico, in collaborazione con l’Istituto per la Traduzione della Letteratura Ebraica di Gerusalemme, i seguenti racconti di scrittori israeliani:

a. Yehudit Hendel, Mele al miele

b. Yitzhak Orpaz, L’inviato

c. Amos Oz, Tutti i fiumi

d. Gershon Shofman, Amore

e. Benjamin Tammuz, Un enigma

f. A. B. Yehoshua, Il matrimonio di Galia

La traduzione di tali racconti, che si č avvalsa della consulenza di Elena Loewenthal, č stata pubblicata nel volume collettivo Amori raccontati dai piů grandi narratori israeliani, con una nota introduttiva di Moni Ovadia, Stampa Alternativa, Roma 1999.

11) Ho inoltre tradotto, per conto della casa editrice E.C.I.G. di Genova il volume di Frank E. Manuel, The Broken Staff. Judaism through Christian Eyes, Harvard University Press, Cambridge (Mass.) - London 1992; tr. it. Chiesa e Sinagoga. Il giudaismo visto dai cristiani, Genova 1998.

12) Per la stessa casa editrice ho tradotto il volume di Abraham J. Heschel, Moral Grandeur and Spiritual Audacity, Essays edited by Susannah Heschel, New York 1966; Grandezza morale e audacia di spirito, Genova 2000.

13) Ho tradotto dall’ebraico e annotato G. Scholem, Mi-Berlin li-Yrushalayim, Jerusalem 1982, G. Scholem, Da Berlino a Gerusalemme. Ricordi di gioventů. Nuova edizione ampliata, a cura di Giulio Busi, Torino, Einaudi 2004.

14) Ho curato l’edizione italiana di G. Scholem, Von der mystischen Gestalt der Gottheit, Zürich 1962, integrato con le correzioni d’autore apportate in occasione della traduzione ebraica del libro apparsa nel 1976: G. Scholem, La figura mistica della divinitŕ. Studi sui concetti fondamentali della Qabbalah, A cura e con una nota di Saverio Campanini, Adelphi, Milano 2010.

15) Ho curato e in parte tradotto, con Elisabetta Zevi, G. Scholem, Du frankisme au jacobinisme. La vie de Moses Dobruška, alias Franz Thomas von Schönfeld alias Junius Frey, Gallimard – Le Seuil 1981. Tale traduzione, con una nota del curatore e un aggiornamento bibliografico, sarŕ pubblicata presso l’editore Adelphi nel 2012.

 

____________________________________________________________

AISG