AISG Statuto

 Art. 1 Denominazione e sede legale

L'Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo" (d'ora in avanti designata come AISG), costituita con atto pubblico del 13.12.1979 n. 92976 di repertorio, a rogito del Notaio Antonio Stame di Bologna, ha sede legale in Ravenna, via Degli Ariani n. 1 presso il Dipartimento di Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Bologna, sede di Ravenna.

Art. 2 Scopo

L’AISG è un’istituzione culturale che ha lo scopo di promuovere la ricerca scientifica nel campo del Giudaismo dalle sue origini ai nostri giorni. Tale scopo viene perseguito con tutti i mezzi ritenuti idonei dagli organi dell’AISG e in particolare:

a) favorendo i contatti fra studiosi del Giudaismo al fine di non disperdere le energie, di promuovere gli studi e la programmazione della ricerca scientifica;b) promuovendo la pubblicazione dei risultati delle ricerche, ma anche di opere che illustrino al di fuori della cerchia degli specialisti l’importanza del Giudaismo nella cultura universale;

c) promuovendo iniziative scientifiche e culturali tese a valorizzare la presenza secolare del Giudaismo in Italia e il suo contributo alla storia religiosa, culturale e politica;

d) organizzando ogni manifestazione utile ai propri fini dichiarati quali ad esempio incontri a livello nazionale ed internazionale, in congressi e convegni, conferenze aperte al pubblico, lezioni seminari e colloqui a livello scientifico;

e) curando i collegamenti con gli studiosi e le istituzioni che, fuori d’Italia, coltivano la ricerca scientifica sul Giudaismo;

f) pubblicando un bollettino periodico che informi sull’attività dell’AISG.

L’AISG si propone fini esclusivamente scientifici, esclude finalità politiche e confessionali e non ha fini di lucro.

Art. 3 Commissioni

L’AISG può istituire al proprio interno Commissioni permanenti o temporanee aventi per scopo la promozione dello studio di aspetti specifici del Giudaismo.

Art. 4 Mezzi finanziari

L’AISG trae i mezzi finanziari per il suo mantenimento:
a) dalle quote di iscrizione dei soci;
b) da eventuali sovvenzioni o elargizioni di Enti Pubblici e privati;
c) da qualsiasi altra attività promossa e gestita dall’AISG.
L’AISG si riserva il copyright su tutte le pubblicazioni da essa curate.

Art. 5 Soci ordinari, onorari e aggregati

L’AISG è costituita da soci ordinari, onorari e aggregati.

Possono essere soci ordinari dell’AISG singoli studiosi, i quali abbiano prodotto opere originali di carattere scientifico che riguardino direttamente il Giudaismo.

L’ammissione è deliberata a maggioranza dal Consiglio Direttivo (di seguito indicato come CD), sulla base di una domanda redatta per iscritto dall’interessato e indirizzata al Presidente; la domanda dovrà essere corredata di un dettagliato curriculum scientifico nell’ambito della Giudaistica e da lettera di presentazione di almeno due soci ordinari.

Il Presidente ha la facoltà di proporre all’approvazione del CD la nomina a socio onorario dell’AISG di studiosi che si siano particolarmente distinti nello studio del Giudaismo. In questo caso, l’approvazione del CD deve avvenire all’unanimità.

I soci ordinari e onorari godono di elettorato attivo e passivo, partecipano a tutte le iniziative promosse dall’AISG e concorrono all’attuazione degli scopi sociali, in conformità con i programmi deliberati dall’Assemblea. Possono essere soci aggregati dell’AISG studiosi i quali, pur non possedendo il requisito di cui al comma 2) del presente articolo, abbiano interesse per le discipline giudaistiche. L’ammissione è deliberata dal CD, a maggioranza, sulla base di una domanda redatta per iscritto e indirizzata al Presidente. Tale domanda deve essere presentata da due soci ordinari. I soci aggregati partecipano a tutte le iniziative promosse dall’AISG, ma non godono di elettorato attivo né passivo.

I soci ordinari e aggregati pagano una quota annuale d’iscrizione fissata dall’Assemblea, su proposta del CD. L’importo della quota dovuta dai soci aggregati corrisponde alla metà della quota ordinaria.

Il socio decade per morosità o per gravi inadempienze rispetto ai finì dell’AISG. Le relative delibere sono assunte dal CD. Le dimissioni dall’AISG devono essere comunicate per scritto al Presidente, almeno un mese prima della fine dell’anno sociale.

Art. 6 Organi

Sono organi dell’AISG:
a) l’Assemblea generale dei soci;
b) il Consiglio Direttivo;
c) il Presidente;
d) il Segretario;
e) il Tesoriere;
f) il Collegio dei revisori dei conti.

Art. 7 Assemblea generale

L’Assemblea generale è formata da tutti i soci ordinari e onorari ed è convocata una volta all’anno dal Presidente, in seduta ordinaria, mediante invio scritto con raccomandata indicante il giorno, l’ora, il luogo e l’ordine del giorno della seduta con almeno quindici giorni di preavviso. È convocata in sessione straordinaria con le medesime modalità dal Presidente su propria iniziativa, su conforme delibera del Consiglio Direttivo, o su richiesta di almeno un terzo dei soci. All’Assemblea possono partecipare anche i soci aggregati e gli studiosi invitati, ma senza diritto di voto.

Art. 8 Compiti dell’Assemblea

L’Assemblea è presieduta dal Presidente e, in caso di impedimento, dal Vicepresidente; in mancanza di questo, da un presidente eletto dall’Assemblea stessa. All’Assemblea generale spetta in particolare:
a) deliberare sui punti messi all’ordine del giorno;
b) approvare il conto consuntivo e il bilancio preventivo;
c) approvare i regolamenti interni e le norme di gestione;
d) eleggere i componenti del CD e i membri del Collegio dei revisori dei conti;
e) modificare lo statuto;
f) deliberare il programma scientifico e culturale dell’AISG;
g) fissare la data e il luogo per la successiva riunione dell’Assemblea.

Art. 9 Convocazione dell’Assemblea

Le riunioni dell’Assemblea generale sono valide in prima convocazione quando sono presenti almeno la metà dei soci ordinari e onorari e, in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei presenti. Le relative deliberazioni sono sempre assunte a maggioranza dei presenti. Nelle deliberazioni di approvazione del conto consuntivo, i membri del CD non votano.

Art. 10 Il Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo (CD) è composto da sette membri eletti dall’Assemblea generale: un Presidente un Vicepresidente; un Segretario; un Tesoriere e tre Consiglieri. L’Assemblea elegge direttamente il Presidente con almeno due terzi dei voti; il Vicepresidente, il Segretario, il Tesoriere e i tre Consiglieri a maggioranza semplice. I membri del Consiglio Direttivo durano in carica tre anni e possono essere rieletti. Il Consiglio Direttivo può invitare a partecipare alle iniziative dell’AISG chiunque creda opportuno in funzione degli scopi dell’AISG.

Art. 11 Convocazione del Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente quando questi lo ritenga opportuno o su richiesta scritta e motivata da due suoi membri e almeno una volta all’anno.

Il CD è validamente convocato quando è presente la maggioranza dei suoi membri, delibera a maggioranza semplice. In caso di parità dei voti, prevale il voto di chi presiede la seduta. Il CD elabora il programma scientifico e culturale dell’AISG da presentare alla discussione e all’approvazione dell’Assemblea. Il CD predispone ogni anno il bilancio preventivo e il conto consuntivo, che saranno sottoposti all’ approvazione dell’ Assemblea.

Il CD prepara una relazione sull’attività svolta dall’AISG nell’anno precedente; redige e sottopone all’approvazione dell’Assemblea eventuali regolamenti interni; prende in genere qualsiasi provvedimento che non sia per legge o per statuto demandato all’Assemblea. Cura in stretta collaborazione col CD, il bilancio preventivo e il conto consuntivo.

Art. 12 Funzione del CD

Il Presidente ha la firma sociale, convoca e presiede il Consiglio Direttivo e l’Assemblea generale; è responsabile dell’esecuzione delle delibere dei predetti organi secondo le indicazioni del CD. Il Vicepresidente sostituisce il Presidente in caso di assenza o impedimento. In base ad esplicita delega, il CD può affidare ad un suo membro la trattazione di determinati affari. Il Segretario redige i verbali dell’Assemblea e del CD e il Bollettino informativo dell’AISG. Il Tesoriere aggiorna annualmente il libro dei soci, tiene la contabilità dell’AISG ed elabora il bilancio preventivo e il conto consuntivo.

Art. 13 Collegio dei revisori dei conti

Il Collegio dei revisori dei conti è composto da tre membri eletti a maggioranza semplice dall’Assemblea generale. Uno dei membri, eletto dagli altri due, assume le funzioni di Presidente del collegio. I revisori durano in carica tre anni, possono essere rieletti e vigilano sulla gestione contabile e amministrativa dell’AISG, esaminano il bilancio preventivo - e il conto consuntivo e ne riferiscono per scritto all’Assemblea. Essi hanno l’obbligo di riunirsi almeno una volta all’anno.

Art. 14 Anno finanziario

L’esercizio sociale si computa dal primo gennaio al trentuno dicembre di ogni anno.

Art. 15 Scioglimento dell’AISG

L’AISG può sciogliersi soltanto con delibera dell’Assemblea generale assunta a maggioranza dei due terzi dei partecipanti. In caso di scioglimento dell’AISG, la destinazione di tutti i suoi beni, mobili e immobili, sarà decisa dall’Assemblea generale su proposta del CD. Nei casi previsti dall’art. 27 del Codice civile, tutto il patrimonio, compresi i manoscritti, i libri e le altre pubblicazioni passerà all’Ente che sarà stato designato dall’Assemblea generale nei modi previsti dalla legge.

F.to: Michele Luzzati - Pietro Vichi Notaro

_____________________________________________________________

AISG

 Home

Soci

 Iniziative

 Materia giudaica

Norme

Links

News

Testi e Studi