GUIDA DEI CORSI

1997-98 

 

I. ELENCO DEGLI INSEGNAMENTI ATTIVATI

DIVISI PER DIPARTIMENTO

DIP. DI FILOLOGIA CLASSICA

Dipartimento articolato in due sezioni: Greco e Latino. Direttore: Prof. Alessandro Perutelli. Sede: via Galvani, 1 (Palazzo Agonigi) - 2° piano (Latino), 4° piano (Greco). Sezione staccata di Latino (Fac. di Lingue): via della Faggiola, 2. Tel. 050-911473 (Latino), 911474 (Greco); Fax 050-20054.

[12] CORSO PROPEDEUTICO DI LINGUA GRECA

PER PRINCIPIANTI (I anno)

Dott. Maria Raffaella Calabrese De Feo

Corso di laurea: aperto a tutti - Orario di ricevimento: Lu 10-12, Ve 10-12 (Dip.) - Orario lezioni: Lu 9 e 12, Me 14 e 15 (Pal. Ricci).

Il corso sarà avviato in forma intensiva già il 10 settembre 1997. Le iscrizioni saranno ammesse fino al 20 settembre.

[13] CORSO PROPEDEUTICO DI LINGUA GRECA

PER PRINCIPIANTI (II anno)

Dott. Pierangiolo Fabrini

Corso di Laurea: aperto a tutti - Orario ricevimento: Lu, Ma, Me 11-12 (Dip.) - Orario lezioni: Lu e Gi 15 e 16 (Dip.).

Le lezioni inizieranno lunedì 6 ottobre ore 10, Dip. di Filologia Classica - Sez. Greco (Via Galvani, 1 - IV piano).

Nel solo mese di ottobre le lezioni, con orario diverso da quello indicato sopra, avranno carattere intensivo (Lu, Ma, Ve 9 e 10).

Gli studenti che intendono seguire il corso sono pregati di iscriversi presso il Dipartimento di Filologia classica - sez. greco entro venerdì 3 ottobre. Si richiede la frequenza e la partecipazione attiva degli studenti.

[14] ESERCITAZIONI DI LATINO PER PRINCIPIANTI

Prof. Francesca Nenci - Dott. Francesca Lechi

Corso di Laurea: BC, LE - Orario ricevimento: Ve 10-12 (Dip.) - Orario lezioni: vedi sotto.

Queste lezioni si rivolgono esclusivamente agli studenti inscritti al corso di laurea in Lettere e in Conservazione dei Beni Culturali che provengono da scuole medie superiori dove non è contemplato l'insegnamento della lingua latina, e tratteranno gli argomenti di morfologia e di sintassi indispensabili per affrontare una prima lettura di testi latini.

Il corso, a carattere intensivo, sarà tenuto dalla prof. Francesca Nenci per tutto il mese di ottobre 1997 (Lu, Ma, Me, Gi, Ve 15, 16 e 17). Successivamente si terranno esercitazioni a cadenza settimanale.

Inizio delle lezioni: 1 ottobre 1997, ore 15 (Aula 2 - Pal. Ricci).

 

[15] ESERCITAZIONI DI LETTERATURA GRECA

Dott. Giovanna Calvani

Corso di Laurea: LE - Orario ricevimento: Ma, Me 10-12 (Dip. - sez.greco) - Orario lezioni: Ve 9 (Piazza Torricelli).

Erodoto: Le storie.

 

[16] ESERCITAZIONI DI LETTERATURA GRECA

Dott. Maria Raffaella Calabrese De Feo

Corso di Laurea: LE - Orario ricevimento: Lu 10-12, Ve 10-12 (Dip. - sez.greco) - Orario lezioni: Ve 9.

Lettura e commento di alcuni epinici di Pindaro.

[17] ISTITUZIONI DI FILOLOGIA GRECA E LATINA:

CORSO PROPEDEUTICO

Dott. Andrea Aragosti - Dott. Maria Tanja Luzzatto

Corso di Laurea: LE - Orario ricevimento: Lu 10-11, Ma 10-11, Me 11-13 (Dip.) - Orario lezioni: Ma 16 e 17 (Aula 2 - Pal. Ricci).

Le esercitazioni intendono fornire la conoscenza degli strumenti di base per lo studio filologico, con prove pratiche di lettura su edizioni critiche di testi greci e latini. La frequenza, aperta a tutti gli interessati, è richiesta agli studenti che sostengono per la prima volta uno dei seguenti esami: Filologia classica, Filologia greca, Grammatica greca e latina. E' prevista una verifica finale.

[18] PROPEDEUTICA AL LATINO UNIVERSITARIO: LINGUA

Dott. Annamaria Cotrozzi - Dott. Francesca Lechi

Corso di Laurea: LE, BC, FI, LI, ST - Orario ricevimento: Ve 10-12 (Dip. - sez.latino) - Orario lezioni: Ma 14 e 15 (Aula 1 - Pal. Ricci).

Le lezioni sono rivolte a studenti che provengono da istituti di scuola secondaria nei quali si impartisce l'insegnamento del latino; una delle due ore sarà dedicata specificamente alle esercitazioni per l'esame di latino scritto.

 

[19] PROPEDEUTICA AL LATINO UNIVERSITARIO: METRICA

Dott. Giuliano Ranucci

Corso di Laurea: LE, BC, FI, LI, ST - Orario ricevimento: Gi 10-12, Ve 11-12 (Dip. - sez. latino) - Orario lezioni: Gi 16-17, 30 (Aula 2 - Pal. Quaratesi).

 

[20] SEMINARIO SPERIMENTALE DI SCRITTURA SCIENTIFICA

dott. Carmen Dell'Aversano - Dott. Alessandro Grilli

Vedi Dipartimento di Anglistica.

 

[21] ANTROPOLOGIA CULTURALE (sett. M05X)

Prof. Riccardo Di Donato (I modulo)

Corso di Laurea: ST, 13323 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Gi 9-12 (Dip. - sez. greco) - Orario lezioni: Lu, Ma, Me 12 (Dip. - sez. greco) - Orario seminari: da definire.

Le strutture elementari della parentela: prima e dopo Cl. Lévi-Strauss. Il corso si propone di esaminare il tema primario dell'antropologia sociale, assumendo come asse di riferimento il quadro delineato da Claude Lévi-Strauss con il suo libro apparso nel 1947 e in seconda edizione nel 1967 (in traduzione italiana di A. M. Cirese, Milano, Feltrinelli 1969, più volte ristampata). Sarà ricostruita la storia culturale della questione nelle varie tradizioni europee e americana e saranno studiati alcuni recenti sviluppi (E. G. F. Héritier, L'esercizio della parentela, Roma-Bari, Laterza 1984).

Seminario: da concordare con gli altri docenti.

Prof. Cristiano Grottanelli (II modulo)

Corso di Laurea: ST, 13323 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Me 10-13, Gi 9-10 (Dip. di Scienze Storiche del Mondo Antico) - Orario lezioni: da definire - Orario seminari: da definire.

Dott. Elsa Luttazzi (III modulo)

Corso di Laurea: ST, 13323 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Me 10-12 (Dip. di Storia Moderna) - Orario lezioni: Ma, Me, Gi 12 (Dip. di Storia Moderna) - Orario seminari: da definire.

Il modulo (17 lezioni) avrà sviluppo monografico. Il tema centrale sarà l'analisi delle forme di coesione e di identità in società a diversi livelli di integrazione sociale, con un'attenzione particolare agli aspetti di crisi e di conflitto all'interno delle medesime società.

[22] ANTROPOLOGIA DEL MONDO ANTICO (sett. L06C)

Prof. Riccardo Di Donato

Corso di Laurea: LE, 10267 - Titolarità: T - Orario ricevimento: Gi 9-12 (Dip. - sez. greco) - Orario lezioni: Lu, Ma, Me 11 (Dip. - sez. greco) - Orario seminari: Ve 9 e 10 (Dip. - sez. greco).

Matrimonio, parentela e famiglia in Grecia antica. Il corso si propone di svolgere i tre elementi del tema entro l'ambito temporale delle età arcaica e classica. Sarà introdotto da una discussione teorica dei termini antropologici relativi (in connessione con i contenuti del primo modulo dell'insegnamento di Antropologia culturale, dedicato per l'anno in corso a: Le strutture elementari della parentela: prima e dopo Cl. Lévi-Strauss). Le categorie relative alla civiltà greca saranno studiate su base linguistica e poi verificate nelle situazioni rappresentate dalle testimonianze letterarie. Saranno in particolare studiati: a. la cosiddetta società omerica; b. realtà e rappresentazione nel dramma attico; c. La vita quotidiana nello specchio degli oratori attici.

Gli studenti leggeranno il VI libro dell'Iliade, l'Alcesti di Euripide e Per l'uccisione di Eratostene di Lisia.

Saranno indicate letture di studi specifici.

Seminario: Lettura delle Coefore di Eschilo. Il seminario è riservato ai laureandi. Inizia nella prima settimana di gennaio. Eventuali studenti interessati sono invitati a prendere contatto con il docente.

[23] DIDATTICA DEL LATINO (sett. L07A)

Dott. Annamaria Cotrozzi

Corso di Laurea: LE, 10213 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Ve 10-12 (Dip. - sez. latino) - Orario lezioni: Me 12 (Aula 8 - Pal. Ricci), Gi 11, Ve 12 (Aula 6 bis - Pal. Ricci).

L'insegnamento del latino nella secondaria: tempi e modalità di articolazione della materia. Il corso affronterà le problematiche fondamentali della didattica del latino nella scuola secondaria superiore, con particolare riferimento alla questione dell'insegnamento della lingua in rapporto alla presentazione dei testi e alla trattazione della storia letteraria. Il suddetto argomento comporterà la lettura esemplificativa di alcuni testi, interi o parziali, di autori compresi nei programmi dei bienni e dei trienni. Una parte delle lezioni avrà carattere seminariale.

Oltre ai testi che saranno analizzati a lezione, il programma d'esame comprende: 1) Terenzio, Hecyra; 2) Virgilio, Eneide, libro IV; 3) Petronio, Satyricon.

[24] FILOLOGIA CLASSICA (sett. L08A)

Prof. Antonio Carlini

Corso di Laurea: LE, 10032 - Titolarità: T - Orario ricevimento: Lu, Ma, Me (Dip.) - Orario lezioni: Lu, Ma, Me 11 (Aula 6 - Pal. Ricci) - Orario seminari: da definire (Dip.).

I: Processi di trasmissione dei testi classici; problema di metodo nella costituzione del testo critico.

Esempi da varie tradizioni testuali di autori greci e latini con lettura e analisi critica di passi esemplificativi. Il materiale sarà raccolto in un fascicolo in distribuzione a partire dall'inizio del corso.

II: L'Accusa contro Socrate del sofista Policrate ricostruita da Senofonte, Memorabili, Isocrate, Busiride, Libanio, Apologia di Socrate..

[25] FILOLOGIA GRECA (sett. L06C)

Dott. Enrico Medda

Corso di Laurea: LE, 10219 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Ma, Me 12 (Dip.) - Orario lezioni: Lu, Ma, Me 9 (Aula 3 - Pal. Ricci)

L'edizione critica di un testo drammatico antico. Attraverso l'analisi degli aspetti specifici che caratterizzano i testi drammatici a noi pervenuti, il corso si propone di illustrare i problemi con cui deve confrontarsi l'editore di un testo teatrale antico. In particolare saranno discussi la natura e le forme del dialogo (problemi di attribuzione delle battute, trasposizioni, interpolazioni, lacune), la natura dei versi recitativi e cantati (problemi metrico-testuali, responsione, simmetria delle battute), i riflessi sulle scelte editoriali delle principali questioni sceniche (movimenti degli attori, scenografie, ecc.). E' prevista la lettura di Sofocle, Elettra, e di Euripide, Elettra.

 

[26] FILOLOGIA LATINA (sett. L07A)

Prof. Alessandro Perutelli

Corso di Laurea: LE, 10294 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Me 12 (Dip. - Via della Faggiola, 2 - 2°piano) - Orario lezioni: Me 15, Gi e Ve 9 (Dip. - Via Galvani, 1 - 2° piano) - Orario seminari: da definire.

Lettura dei frammenti di Accio.

 

[27] GRAMMATICA GRECA (sett. L06C)

Dott. Maria Luigia Ferrari

Corso di Laurea: LE, 10218 - Titolarità: M (su "Storia della lingua greca": v. ivi).

Il programma d'esame specifico di "Grammatica greca" sarà reso noto a suo tempo.

 

[28] GRAMMATICA GRECA E LATINA (sett. L08A)

Dott. Andrea Aragosti

Corso di Laurea: LE, 10046 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Me 11-13 (Dip. - sez. latino) - Orario lezioni: Ma 12, Me 9, Gi 11 (Pal. Ricci).

Il poeta disiectus: idee, modalità espressive e sperimentazione linguistica nei frammenti da satira, preneoterismo, elegia (Lucilio, Lutazio Catulo, Levio, C. Gallo).

[29] GRAMMATICA LATINA (sett. L07A)

Dott. Andrea Aragosti

Corso di Laurea: LE, 10244 - Titolarità: M (su "Grammatica greca e latina": v. ivi) - Orario ricevimento: Me 11-13 (Dip. - sez. latino) - Orario lezioni: Ma 12, Me 9, Gi 11 (Pal. Ricci).

[30] LETTERATURA CRISTIANA ANTICA (sett. L08B)

Prof. Lorenzo Perrone

Corso di Laurea: ST, 13080 - Titolarità: T - Orario ricevimento: Me, Gi 11-13 (Dip. - sez. latino) - Orario lezioni: Ma, Me, Gi 15 (Aula 5 - Pal. Ricci) - Orario seminario: da concordare con gli studenti.

Agostino, Enarrationes in Psalmos (Commenti ai Salmi). I commenti che Agostino dedicò all'interpretazione integrale del libro dei Salmi si estesero nell'arco di vari decenni fino a diventare la sua opera dalle dimensioni più vaste. Le Enarrationes, dettate o pronunciate nella forma di omelia, rappresentano così l'unico commentario completo di tutta l'antichità cristiana al libro biblico più conosciuto e familiare dell'Antico Testamento, nonostante siano stati molti gli autori che si sono cimentati nell'esegesi di esso. Grazie all'impegno tanto prolungato da parte del loro autore, le Enarrationes riflettono tutti i grandi temi del pensiero agostiniano, proposti in una forma non strettamente speculativa bensì con grande ricchezza di espressività lirica e retorica. Il corso verterà sulla lettura di alcuni testi scelti e sarà accompagnato da una serie di seminari sull'interpretazione patristica dei Salmi (Origene, Eusebio di Cesarea, Atanasio di Alessandria, Gerolamo e altri). Testo di riferimento: Sant'Agostino, Commento ai Salmi, a cura di M. Simonetti, Fondazione Lorenzo Valla / A. Mondadori Editore, Milano 1988.

[31] LETTERATURA GRECA (sett. L06C)

Prof. Graziano Arrighetti

Corso di Laurea: LE, 10051 - Titolarità: T - Orario ricevimento: Gi, Ve 10-12 (Dip. - sez. greco) - Orario lezioni: Lu, Ma, Me 10 (Aula 2 - Pal. Quaratesi) - Orario seminari: Me 16-18 (Dip.).

Esiodo, Opere e giorni. Trattazione dei problemi relativi al rapporto delle Opere e giorni con la tradizione dell'epica eroica: tradizionalità e innovazione.

N.B.: La trattazione di Esiodo occuperà le lezioni dei primi due giorni (Lu e Ma); l'ora del Me sarà dedicata all'esame di testi e problemi di letteratura greca da un punto di vista storico-letterario.

Fanno parte integrante del corso cicli di esercitazioni tenute il Gi e il Ve, 9 e 10 (Aula 4 - Pal. Ricci) destinate agli studenti che frequentano il primo e il secondo anno di greco.

Seminario: dedicato in special modo agli studenti che frequentano il terzo anno di letteratura greca, verterà sulla lettura di odi di Pindaro.

 

[32] LETTERATURA GRECA (sett. L06C)

Prof. Vincenzo Di Benedetto

Corso di Laurea: LE, 10051 - Titolarità: T - Orario ricevimento: Lu, Ma, Me 11-13 (Dip. - sez. greco) - Orario lezioni: Lu, Ma, Me 10 (Aula 1 - Pal. Quaratesi).

Moduli epici, prosecuzioni e sviluppi: Iliade, Odissea, Eneide.

Linguaggio della poesia e linguaggio della prosa. Invenzioni e traduzione. Uditorio e messaggio.

[33] LETTERATURA GRECA (sett. L06C)

Dott. Pierangiolo Fabrini

Corso di Laurea: BC, 38001 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Lu, Ma, Me 11-12 (Dip. - sez. greco) - Orario lezioni: Lu, Ma, Me 10 (Dip. - sez. greco) - Orario seminari: Gi 14 e 15 (Aula 1 - Pal. Ricci).

Il personaggio irretito.

N.B.: Gli studenti che non conoscono la lingua greca non seguiranno il corso, ma invece - preliminarmente - il "Corso di lingua greca per principianti".

Seminario: Epica greca arcaica.

[34] LETTERATURA LATINA (sett. L07A): cognomi A-L

Prof. Gian Biagio Conte

Corso di Laurea: LE, 10053; 10138 (scritto) - Titolarità: T - Orario ricevimento: Gi 11-13, Ve 12-13 (Dip. - sez. latino) - Orario lezioni: Gi, Ve, Sa 10 (Aula 1 - Pal. Quaratesi) - Orario seminari: Me 16 e 17 (Dip.).

Virgilio: Le Georgiche. Lettura e interpretazione. Saranno letti passi particolarmente significativi dai quattro libri del poema.

Seminario: Il Satyricon di Petronio. Esegesi di passi scelti particolarmente problematici. Esame di alcune cruces testuali e delle relative correzioni possibili.

[35] LETTERATURA LATINA (sett. L07A): cognomi M-Z

Prof. Claudio Moreschini

Corso di Laurea: LE, 10053; 10138 (scritto) - Titolarità: T - Orario ricevimento: Gi 11-13, Ve 10-12 (Dip.) - Orario lezioni: Gi 9 e 10, Ve 9 (Pal. Ricci) - Orario seminari: da definire.

Lucrezio e la "consolazione della filosofia". Lettura del terzo libro del De rerum natura. Con questo titolo, che non vuole affatto essere "filosofico" per gli specialisti, abbiamo voluto indicare gli aspetti più specifici della poesia di Lucrezio, soprattutto con riferimento alla problematica dell'anima, della sua mortalità, della consolazione che il filosofo intende dare per quello che egli considera un falso problema. E, parimenti, una lettura del testo, con l'intento di ricostruire, al di là delle specifiche caratteristiche della poesia lucreziana, la lingua della poesia "sublime" nell'età di Cicerone e di Cesare.

[36] LETTERATURA LATINA (sett. L07A)

Prof. Gianfranco Lotito

Corso di Laurea: FI, 11016 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Lu, Ma, Me 12-13 - Orario lezioni: Lu 11 (Aula 6 bis - Pal. Ricci), Ma 11 (Aula 5 - Pal. Ricci), Me 11 (Aula 6 - Pal. Ricci).

Generi letterari e stili di scrittura della filosofia e della cultura filosofica in Roma tra I secolo a.C. e I d.C.

[37] LETTERATURA LATINA (sett. L07A)

Prof. Marco Grondona

Corso di Laurea: LI, 39033 - Titolarità: T - Orario ricevimento: Ve 10-11 (Dip. - sez. latino) - Orario lezioni: Me 12 (Aula 2 - Pal. Quaratesi), Ve 11 e 12 (Aula 3 - Pal. Ricci).

Lettura e commento di Seneca, Phoenissae.

[38] LETTERATURA LATINA (sett. L07A)

Dott. Giuliano Ranucci

Corso di Laurea: BC, 38006 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Gi 10-12, Ve 11-12 (Dip. - sez. latino) - Orario lezioni: Gi 15, Ve 9 e 10 (Aula 2 - Pal. Quaratesi)

La vita privata dei romani in Varrone antiquario. Saranno analizzati aspetti particolari della vita privata romana, partendo soprattutto dai frammenti del De vita populi Romani di Varrone. Per far ciò si comincerà col delineare la figura di Varrone e la straordinaria importanza culturale che Varrone ebbe nella Roma tardo-repubblicana. Si inserirà la sua opera nel filone antiquario romano e si cercherà di esemplificare come debba svolgersi un lavoro su autori conservatici solo in frammenti; le notizie tratte da Varrone saranno confrontate con quelle che si ricavano da altri autori romani. L'obiettivo sarebbe quello di fornire un quadro della vita privata romana basato su testi letterari latini.

[39] METRICA E RITMICA GRECA (sett. L06C)

Dott. Maria Chiara Martinelli

Corso di Laurea: LE, 10295 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Lu e Me 15 (Dip.) - Orario lezioni: Lu (Aula 6 bis - Pal. Ricci), Ma (Aula 6 - Pal. Ricci), Me 12 (Dip. - sez. greco).

I: I concetti fondamentali della metrica greca. Elementi di prosodia. I principali versi recitati e recitativi.

II: I metri lirici del dramma attico. Colometria e problemi metrico-testuali.

[40] PAPIROLOGIA (sett. L02D)

Dott. Giovanna Calvani

Corso di Laurea: BC, 38190 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Ma e Me 10-12 (Dip. - sez. greco) - Orario lezioni: Lu, Ma, Me 9 (Dip. - sez. greco).

Il corso si articola in due parti, una istituzionale e una monografica.

Parte istituzionale: la scienza papirologica nei suoi vari aspetti; testi documentari / testi letterari; i papiri e la letteratura greca; papirologia e filologia; il papiro e la pergamena come materiali scrittori; il rotolo; il codice; il passaggio dal rotolo al codice; segni ausiliari su un testo papiraceo e loro uso; edizione di un testo papiraceo.

Parte monografica: P. Berol. 9780: commentario di Didimo a Demostene.

Seminario: argomento da definire (per gli studenti che biennalizzano il corso).

 

[41] STORIA DEL CRISTIANESIMO ANTICO (sett. M03C)

Prof. Lorenzo Perrone

Corso di Laurea: ST, 13145 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Me e Gi 11-13 (Dip.) - Orario lezioni: Ma e Me 16, Gi 14 (Aula 5 - Pal. Ricci) - Orario seminari: da definire con gli studenti.

La preghiera alle origini del cristianesimo. Fin dalle primissime testimonianze su Gesù di Nazareth e la comunità delle origini la preghiera è stata percepita dagli antichi cristiani come elemento caratterizzante la propria distinta identità religiosa, rispetto sia all'ambiente giudaico che a quello pagano. In realtà, a un'indagine comparativa, i punti di contatto con l'uno e con l'altro risultano numerosi, per le forme come per i contenuti. Il corso si propone perciò di approfondire la specificità dell'esperienza di preghiera nel primo cristianesimo e al tempo stesso di mettere in luce analogie e dipendenze dalle altre espressioni religiose dell'antichità. Ripercorrerà così le tradizioni sulla preghiera in ambiente giudaico e pagano, focalizzando poi il capitolo neotestamentario (con particolare attenzione al "Padre nostro") e quello degli autori dei primi tre secoli, sia di estrazione ecclesiale che di provenienza eterodossa, come l'ambiente gnostico. Si porrà attenzione non solo alla prassi della preghiera ma anche al dibattito teorico sulle sue condizioni e possibilità, attestato prima da filosofi pagani e poi da autori cristiani come Clemente di Alessandria e Origene. Principali testi di riferimento, oltre all'Antico e al Nuovo Testamento, saranno gli scritti sulla preghiera di Tertulliano (De oratione), Clemente Alessandrino (Stromateis, VII), Origene (Perì euchês) e Cipriano (De oratione dominica).

Seminari: il corso verrà affiancato da seminari sull'interpretazione patristica dei Salmi (in comune con "Letteratura cristiana antica").

 

[42] STORIA DELLA LINGUA GRECA (sett. L06C)

Dott. Maria Luigia Ferrari

Corso di Laurea: LE, 10217 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Me 10 (Dip. - sez. greco) - Orario lezioni: Lu 9 (Aula 8 - Pal. Ricci), Ma e Me 9 (Aula 6 bis - Pal. Ricci).

Corso monografico: Problemi di lingua poetica. La lingua della commedia. Aristofane: Acarnesi e Pace. La lingua della commedia aristofanea sarà analizzata nella varietà delle sue componenti e dei suoi registri (forme colloquiali, parlate dialettali, creazioni fantastiche).

Parte istituzionale: Delineazione dell'identità indoeuropea del greco (fonetica, morfologia) e analisi del suo evolversi dal miceneo alla diversificazione dialettale di età storica.

[43] STORIA DELLA LINGUA LATINA (sett. L07A)

Prof. Rossana Mugellesi

Corso di Laurea: LE, 10212 - Titolarità: T - Orario ricevimento: Lu, Ma, Me 10-12 (Dip. - sez. latino) - Orario lezioni: Lu, Ma, Me 9 (Dip.) - Orario seminari: Lu, Ma, Me 14 (Dip.).

Commento esegetico di alcuni carmi dell'Anthologia Latina, tra cui sicuramente Vespa e gli epigrammi attribuiti a Seneca. E' questa una scelta che tiene conto dei validi risultati conseguiti durante l'anno accademico 1996-97, in cui, leggendo la Peregrinatio Etheriae, si è potuto constatare il grande interesse degli studenti per opere di latino tardo difficilmente trattate nei corsi ufficiali. Intento del corso sarà quindi continuare la trattazione di problematiche inerenti al latino tardo e contemporaneamente far luce su problemi di tradizione manoscritta che per l'Anthologia Latina sono di notevole interesse.

Seminario: si tratteranno problemi di lingua latina, prevalentemente sintattici.

[44] STORIA DELLA MEDICINA greca (sett. L02A)

Dott. Alessandro Lami

Corso di Laurea: LE, 10187 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Lu, Ma, Me 9-12 (Dip. - sez. greco) - Orario lezioni: Lu, Ma, Me 15 (Dip. - sez. greco).

Alle origini della prosa scientifica greca. Origini della prosa greca. Testi arcaici giuridici, scientifici e filosofici. Tra medicina ed etnologia: il trattato ippocratico Arie, Acque, Luoghi(ed. consigliata: Hippocrate, t. II, 2, Airs, Eaux, Lieux, texte ét. et trad. par Jacques Jouanna, Paris, Les Belles Lettres, 1996). Letture dal Fedro di Platone.

Ai fini dell'esame finale sarà richiesta la lettura di un volume a scelta tra i seguenti:

V. Di Benedetto, Il medico e la malattia. La scienza di Ippocrate, Torino 1986.

J. Jouanna, Hippocrate, Paris 1992, trad. it. Torino 1994.

Storia del pensiero medico occidentale, a cura di M. D Grmek, vol. 1 (Antichità e Medioevo), Roma-Bari 1993, pp. v-xxxii e 3-165.

[45] STORIA DELLA RETORICA CLASSICA (sett. L08A)

Dott. Maria Tanja Luzzatto

Corso di Laurea: LE, 10271 - Titolarità: A - Orario ricevimento: Lu, Ma, Me 10-11 (Dip.) - Orario lezioni: Lu, Ma, Me 12 (Dip. - sez. greco).

Produrre discorsi: la scuola di retorica greca e latina come scuola professionale. Come si fa un'orazione? La scuola antica ha elaborato nei secoli una risposta pratica a una esigenza fondamentale del cittadino che volesse impegnarsi, a qualunque livello, nelle istituzioni pubbliche. Il corso si propone di ricostruire dall'interno - usando costantemente testi greci e latini nati per la scuola di retorica - le tecniche combinatorie alla base dell'antica ratio dicendi, dagli esercizi preliminari (progymnasmata) alla declamazione (meléte). In particolare saranno prese in esame le parti del discorso (da dove cominciare? come raccontare un fatto? cosa dire per ultimo?), la strategia della prova (attacco e difesa), le figure di pensiero e di stile.

La parte finale del corso sarà dedicata a esercitazioni pratiche con gli studenti su celebri temi declamatori greci e latini.

[46] teatro e drammaturgia dell'antichità (sett. L08C)

Dott. Concetta D'Angeli

Corso di Laurea: LE, 10269 - Titolarità: M (su "Drammaturgia", Fac. di Lingue) - Orario ricevimento: Ve 10-12 (Dip. - Via della Faggiola, n. 2) - Orario lezioni:.

La forma e l'etica: il testo teatrale fra transcodificazione e categorie morali. Sulla base del testo di Amleto il corso intende rintracciare le tappe e gli esiti di una poetica (teatrale e non) che si fonda sull'equivalenza tra categorie morali e categorie estetiche. In questo modo l'attenzione alla forma (il confronto fra il codice narrativo e quello teatrale, compiuto attraverso l'analisi di alcuni casi di transcodificazione, e la verifica della persistenza e della variabilità nel tempo del codice teatrale, attraverso la riscrittura di alcuni testi classici) risulterà sempre subordinata a una riflessione di natura etica. Una parte dell'esame si svolgerà in forma scritta.

Testi: Shakespeare, Hamlet; P. Brook, Il punto in movimento; Zeami, Il segreto del teatro No; A. Manzoni, Storia della colonna infame; D. Buzzati, La colonna infame; Sette piani; Un caso clinico; Paura alla Scala; Le precauzioni inutili; Un verme al Ministero; I. Compton-Burnett, A Family and a Fortune; J. Mitchell, A Play; L. Pirandello, Questa sera si recita a soggetto; Leonora addio; A. Banti, Artemisia, Corte Savella; Euripide, Medea; Seneca, Medea; Sofocle, Antigone; Brecht - Neher Antigonemodell 1948.

Seminario: Teatri e Università. In collaborazione con altri insegnamenti di Lettere e Lingue e con il teatro "Verdi" di Pisa, "Francesco di Bartolo" di Buti, "Verdi" di S. Croce sull'Arno; "Centro per la sperimentazione e la ricerca teatrale" di Pontedera, "Sipario Toscana" di Cascina.