DIZIONARIO TEDESCO-ITALIANO DI TERMINOLOGIA LINGUISTICA

Dottorato in Linguistica Generale, Storica, Applicata, Computazionale e delle Lingue Moderne
A B C D E F G H I K L M N O P Q R S T U V W Z
Ä Ü
lemmi selezionati: 375 pagina 1 di 54
A1
(das, - )
A1
(DaF) Denominazione del primo livello del Quadro Comune Europeo di Riferimento per la conoscenza delle Lingue (QCER). Descrive quello che un individuo è in grado di fare nei diversi ambiti di competenza (comprensione scritta, comprensione orale, produzione scritta e produzione orale): Comprendere e usare espressioni di uso quotidiano e frasi basilari tese a soddisfare bisogni di tipo concreto; saper presentare se stesso/a e gli altri ed essere in grado di fare domande e rispondere su particolari personali come dove abita, le persone che conosce e le cose che possiede; interagire in modo semplice purché l’altra persona parli lentamente e chiaramente e sia disposta a collaborare.(cf)
A2
(das, - )
A2
(DaF) Denominazione del secondo livello del Quadro Comune Europeo di Riferimento per la conoscenza delle Lingue (QCER). Descrive quello che un individuo è in grado di fare nei diversi ambiti di competenza (comprensione scritta, comprensione orale, produzione scritta e produzione orale): Comprendere frasi ed espressioni usate frequentemente relative ad ambiti di immediata rilevanza (es. informazioni personali e familiari di base, fare la spesa, la geografia locale, l’occupazione); comunicare in attività semplici e di routine che richiedono un semplice scambio di informazioni su argomenti familiari e comuni; saper descrivere in termini semplici aspetti del suo background, dell’ambiente circostante; saper esprimere bisogni immediati.(cf)
ASTP
(das, ohne Plural)
Metodo dell’ASTP
(DaF) Sigla che sta per Army Specialized Trainig Programm (Programma di Addestramento specializzato dell’Esercito). Termine che indica un metodo intensivo alla base di un progetto realizzato nel 1943 dal Governo Americano per preparare il personale dell’esercito che doveva essere utilizzato nelle nazioni occupate. Punto di partenza del metodo è la trasformazione della lingua in un reticolo di abiti mentali tramite un suo uso intensivo a livello orale. Alla base dell’ASTP vi è una teoria di tipo induttivo tramite la quale le strutture della lingua vengono trasformate in strutture psichiche. Caratteristiche principali dell’ASTP sono: centralità delle abilità orali, attenzione agli studi d’area (geografia, storia, istituzioni del paese della lingua straniera); insegnamento intensivo (35 ore settimanali di lezioni, di cui 25 di pratica e 10 di studi d’area). Evoluzione e perfezionamento dell’ASTP è il metodo audio-orale.(cf)
Fonte: WATSON, J.B. (1924): Behaviorism. Chicago
Abbildung
(die, -en)
Immagine
(DaF) Termine che identifica materiale didattico di tipo visivo. Per immagini si intendono foto, poster, disegni, cartelloni, cartoncini, quadri ecc. Foto e disegni si possono trovare sui libri di testo, sui giornali; i poster possono essere forniti dalle case editrici o essere acquistati, mentre disegni e cartelloni possono essere prodotti anche dall’insegnante o dai ragazzi. L’immagine può fare da sopporto all’insegnamento o servire da stimolo per la produzione orale e scritta. Le immagini favoriscono la descrizione, il commento, il paragone e la formulazione di ipotesi. Le immagini aperte, sia dal punto di vista spaziale, temporale, sociale e comunicativo, sono da preferire a quelle chiuse, limitanti e poco motivanti. Di grande utilità sono anche le storie a immagini.(cf)
Fonte: EICHHEIM, H. – WILMS, H. (1981): Das Bild im Unterricht.In: STURM, (Hg.). S. 105-120, SCHERLING, T.-SCHUCKALL, F. (1992): Mit Bildern lernen. Ein Handbuch für den Fremdsprachenunterricht. Berlin u.a.
Abkürzung
(die, -en)
Abbreviazione
(LEX)Termine che indica la riduzione di una parola inserita in un dizionario. Si distingue tra: a) abbreviazione del lemma. E’ tipica dei dizionari cartacei in quanto permette di risparmiare spazio. Di norma si usa la lettera iniziale dell’entrata lessicale seguita da un punto; b) abbreviazione generica di parole di uso comune. La parola può essere contratta, omettendo le lettere centrali oppure abbreviata usando solo le prime lettere della parola; c) l’abbreviazione di istituzioni scientifiche, mediante sigle, acronomi ecc.; d) l’abbreviazione di periodici e riviste. Le abbreviazioni di un dizionario sono di norma raccolte nel indice delle abbreviazioni, posizionato nelle prime pagine dell’opera di consultazione.(cf)
Abkürzungsverzeichnis
(das,-se)
Elenco delle sigle e delle abbreviazioni
(LEX) Termine che fa riferimento alla lista delle abbreviazioni utilizzate nel dizionario. Di norma segue l’ordine alfabetico. La lista delle abbreviazioni è considerato un elemento paratestuale del dizionario e rientra nella sua macrostruttura.(cf)
Vedi anche: Umtext
Allbuch
(das, ü-er)
*Dizionario linguistico-enciclopedico
(LEX) Termine che indica un dizionario che oltre a fornire al potenziale utente informazioni linguistiche sul termine (pronuncia, grammatica, etimologia, diacronia, diastrato ecc.) fornisce anche quelle di tipo enciclopedico.(cf)
Fonte: SCHAEDER, B. – BERGENHOLTZ, H. (1994): Fachlexikographie. Fachwissen und seine Repräsentation in Wörterbüchern.WIEGAND, H.E. (1988): Was ist eigentlich Fachlexikographie?. In: Munske, H.H. – Von Polenz, P. – Reichmann, O. – Hildebrandt, R. (Hrsg.) 1988: S. 729-790., WIEGAND, H.E. (1994): Zur Unterscheidung von semantischen und enzyklopädischen Daten in Fachwörterbücher.
DIL DIL
pagina principale IntroduzioneLink ad altri dizionariAbbreviazioniIndicazioni per l'uso correttoNorme redazionaliTop 10FeedbackLogin Inizio di pagina
© 2007 Carolina Flinz XHTML | CSS Powered by Glossword 1.8.6